Arredare Casa

Arredare uno studio in casa in 7 semplici mosse

Arredo-Studio-Casa-17
3.1Kviews

Al giorno d’oggi sono ormai tantissime le persone che lavorano nella propria abitazione e che necessitano dunque di uno spazio apposito per poter esercitare la propria professione in totale tranquillità. Per tale ragione è sempre più diffusa la pratica di arredare una zona della casa a studio personale.

Si tratta di un’operazione non troppo complessa che però potrebbe incontrare qualche difficoltà nelle abitazioni dotate di open space oppure in ambienti piuttosto piccoli. Anche in questi casi però è possibile riuscire a trovare una soluzione semplice e pratica: tutto ciò che bisogna fare è seguire scrupolosamente sette fondamentali mosse.

Considera lo spazio a disposizione

La prima cosa da fare per poter arredare uno studio in casa propria è tenere in considerazione gli spazi disponibili: se l’ambiente scelto è di dimensioni abbastanza esigue è necessario valutare ogni angolo che può essere sfruttato.

È importante quindi non riempire eccessivamente la stanza, prediligendo solamente i mobili davvero utili ed eliminando tutto il superfluo.

Scegli la scrivania più adatta

In uno studio che si rispetti non può certamente mancare una scrivania, utilizzabile sia per disporre il proprio computer che per le attività più comuni. Le scrivanie per pc  possono essere di tantissime tipologie differenti e variano a seconda di diversi fattori come ad esempio la forma, il materiale, le dimensioni, le caratteristiche.

Bisogna dunque scegliere la scrivania più adatta rispetto alle proprie esigenze e che si conformi perfettamente al resto dell’arredamento.

Prediligi uno stile minimal

Per arredare uno studio, come per qualsiasi altra stanza della casa, è necessario scegliere innanzitutto uno stile su cui poi far ruotare l’intero arredamento. Generalmente è preferibile prediligere uno stile piuttosto semplice, minimal, che conferisca un’idea di professionalità. Per tale ragione lo stile moderno e contemporaneo sembra essere quello più adatto a questo scopo.

Tuttavia non bisogna sottovalutare anche lo stile di cui si compone anche il resto della casa: esso infatti deve essere in linea con quello scelto per lo studio in modo tale da non rischiare di creare un effetto troppo confusionario e poco gradevole alla vista.

Dipingi le pareti

Il colore delle pareti  rappresenta senz’altro una parte fondamentale all’interno di uno studio di lavoro. Esso infatti non solo conferisce carattere e personalità alla stanza ma influenza anche l’umore di chi vi è all’interno. Pertanto, se la stanza risulta essere abbastanza piccola, sceglie dei colori neutri e luminosi come ad esempio il bianco e l’avorio che danno luminosità e creano l’effetto ottico di stanza più grande.

lazzurro-per-le-pareti-dello-studio

Se invece lo studio si trova in un ambiente piuttosto ampio puoi sbizzarrirti con colori più vivaci ed allegri. Fai attenzione però al rosso: nonostante sia una tonalità esuberante è meglio non eccedere in quanto potrebbe essere troppo eccitante ed aggressivo. Meglio optare invece per una variante meno forte ma al contempo di carattere come ad esempio l’arancione oppure il giallo.

Opta per la sedia più giusta

Così come la scrivania, anche la sedia rappresenta un elemento fondamentale all’interno di uno studio. Essa infatti risulta essere estremamente importante per rendere l’esperienza lavorativa più gradevole e per aumentare l’efficienza produttiva. La seduta non deve essere né troppo rigida né troppo morbida ma deve sostenere la schiena in maniera corretta al fine di non provocare pericolosi danni e fastidiosi dolori. Anche l’altezza è un elemento centrale nella scelta di una sedia: essa infatti deve essere alta tanto quanto la scrivania per poter permettere di svolgere tranquillamente tutte le normali attività.

Non meno importante è l’aspetto estetico in quanto anche l’occhio vuole la sua parte: perciò bisogna anche tenere in considerazione i propri gusti personali e optare per una sedia gradevole anche esteticamente. Pertanto è necessario valutare tra più opzioni disponibili in commercio per scegliere quella migliore.

Utilizza delle buone luci

Un’illuminazione adeguata non può certamente essere sottovalutata all’interno di uno studio in quanto è in questo ambiente che bisogna trascorrere gran parte del proprio tempo e lavorare. Per avere un risultato più soddisfacente è opportuno disporre la zona studio in una stanza bene esposta alla luce dei raggi solari durante il giorno.

Per la sera invece è possibili collocare dei faretti a risparmio energetico che consentono anche di risparmiare sulla bolletta. Per un effetto più sofisticato e chic puoi anche disporre delle lampade da pavimento (solo se lo spazio lo permette) e delle lampade da tavolo.

Adopera diversi complementi d’arredo

Se vuoi creare uno studio accogliente e ospitale è consigliabile utilizzare dei complementi d’arredo che diano un aspetto personale alla stanza. Ad esempio è possibile disporre delle cornici, delle fotografie qua e là sugli scaffali oppure sulla scrivania.

Anche le piante sono molto consigliate in quanto conferiscono immediatamente un’aria calda e familiare. Le piante grasse sono le migliori in questi casi in quanto non necessitano di troppe cure ed attenzioni. Quadri, soprammobili, specchi, cuscini, tende, tappeti: arreda il tuo studio secondo le tue preferenze senza però dimenticare il buon gusto.

Stai pensando di affittarlo? Visita il nostro sito

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

 

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.