Cedolare Secca

Il Calcolo della Cedolare Secca

7Kviews

Se sei un proprietario di casa, magari alla luce dell’aliquota IRPEF in cui rientri ti stai seriamente chiedendo se non faresti meglio a dare in affitto il tuo appartamento usando il regime della cedolare secca. E forse stai iniziando anche a fare un po’ un calcolo di convenienza sulla cedolare secca. Infatti, sai benissimo che scegliendo questo regime:

  • tutto il reddito che percepisci dal canone di locazione non è più soggetto all’IRPEF, ma ad un’imposta sostitutiva, che è stata prorogata al 10% per tutto il 2018;
  • non devi pagare le addizionali regionali;
  • sei esente dalle addizionali comunali;
  • non paghi l’imposta di registro e l’imposta di bollo

ma la domanda più importante è una domanda di ordine pratico. In termini concreti, se fai il calcolo della cedolare secca e di quante imposte andrai a pagare, quanto risparmi? Allora, ci sono due modi per rispondere a questa domanda:

  • il primo è armarsi di carta, penna, aliquote e pazienza, e fare il calcolo della cedolare secca a mano, può essere un modo utile per capire come il regime della cedolare secca funziona, ma è laborioso;
  • il secondo è utilizzare un calcolatore per la cedolare secca.

La buona notizia è che questo calcolatore esiste, ed è disponibile sul sito del Sole 24 Ore. In questo post, prima di darti il collegamento alla pagina dove trovi il calcolatore della cedolare secca, ti spieghiamo brevemente quali sono le sue funzioni, e come usarlo.

Il Calcolo della Cedolare Secca Online

Il calcolatore della cedolare secca che trovi sul Sole 24 Ore è un simulatore. In pratica significa che ti permette di fare un preventivo di quanto risparmi scegliendo il regime di cedolare secca.

Il calcolatore sulla cedolare secca non sostituisce il tuo commercialista. In termini pratici questo significa che se calcoli la cedolare secca sulla pagina del Sole 24 Ore, sbagli il calcolo e versi meno tasse, la responsabilità non ricade sul Sole 24 Ore, né sulla persona che ha programmato il calcolatore online. Un domani, non sarà possibile dire “ho versato meno tasse di quanto dovevo perché così mi ha detto il calcolatore online della cedolare secca”. Quindi prima di usare il calcolatore vale la pena perdere 10 minuti per capire cosa inserire e dove.

Il Calcolatore della Cedolare Secca Online – I Riferimenti Normativi

Il calcolatore online per la cedolare secca è basato interamente sul DL 47/2014, che è valido per il periodo 2014-2017.

Il Calcolatore della Cedolare Secca Online – La Nota Metodologica

La nota metodologica del calcolatore della cedolare secca online si trova alla fine del calcolatore, ma è forse la parte più importante di questa pagina, poiché ti da tutte le informazioni essenziali sulla base imponibile. Quindi va letta prima di tutto il resto. Noi l’abbiamo letta per te, quindi la base imponibile che inserirai nel calcolatore è la seguente:

  • con il regime ordinario, per gli affitti a canone libero l’imponibile è pari al 95% del canone pagato dal tuo inquilino;
  • con gli affitti a canone concordato l’imponibile è pari al 66,5% del canone pagato dall’inquilino;
  • con il regime della cedolare secca, l’imponibile è pari al 100% del canone, sia che tu scelta il regime a canone libero, che quello a canone concordato.

Il Calcolatore della Cedolare Secca – Come Usarlo

Il calcolatore della cedolare secca ti permette di effettuare una stima sia per i contratti a canone libero, che per i contratti a canone concordato. L’interfaccia del calcolatore non cambia. Per scegliere il tipo di contratto che ti interessa, devi spuntare la voce “libero” o “concordato” che trovi in alto a sinistra nell’interfaccia utente del calcolatore.

Nello spazio “reddito annuo imponibile al netto del canone” devi inserire il tuo reddito annuo meno tutto ciò che guadagni mediante gli affitti. Quindi se hai un reddito annuo di 50.000 Euro, e poi intaschi 20.000 Euro annui di affitti, la cifra da inserire sarà 50.000.

Nello spazio “canone annuo del contratto” devi inserire l’importo del canone.

Negli spazi “inflazione prevista” ed “inflazione comunale” devi inserire il tasso di inflazione che si prevede a livello nazionale, ed a livello comunale. Ricorda che l’inflazione prevista potrebbe variare dal tasso di inflazione che poi si verifica realmente. Questa cosa è importante, poiché se ti basi su una previsione, ti basi su una cosa che non esiste ancora nella realtà.

Questo per dire che il risparmio che ottieni realmente potrebbe subire una minima variazione – proprio perché il calcolo prevede l’uso di un dato previsionale. Quindi se ti ritrovi in tasca più o meno soldi di quanto calcolato online, il problema non è nel calcolatore, ma nel tentativo di prevedere una cosa – il tasso di inflazione- che non esiste ancora.

Nello spazio “addizionale regionale” devi semplicemente inserire l’addizionale regionale, e qui si tratta di un dato certo.

Il Calcolo della Cedolare Secca – Il Risultato

Una volta inseriti tutti questi dati – se li hai già sotto mano ci vuole veramente un minuto – il risultato che ottieni è una tabella intitolata “Maggiori (o minori) introiti per il proprietario che sceglie la cedolare secca.

Si tratta di una tabella che, per ogni anno di locazione, ti da una stima di quanto risparmi se scegli il regime di cedolare secca. Le stime del risparmio sono fornite sia per ciascun anno, che in totale.

Non c’è che dire: tanto di cappello a chi ha programmato il calcolatore online della cedolare secca, fornendo un servizio veramente utile a tante persone.

VAI AL CALCOLATORE ONLINE

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

 

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.