Cedolare Secca

La registrazione del contratto di locazione con cedolare secca

registrazione-contratto-locazione-cedolare-secca
30.7Kviews

Se sei un proprietario e stai pensando di affittare il tuo appartamento con cedolare secca, oppure hai già stipulato il contratto e lo devi registrare, questo articolo fa al caso tuo.

Girando sul web alla ricerca di informazioni, forse ti sei imbattuto in sigle incomprensibili quali ‘Siria’, ‘Iris’, ‘RLI’ e chi più ne ha più ne metta. Benissimo: dimentica tutto ciò che hai letto finora – si tratta di informazioni non più valide, e continua a leggere questo post per capire come funziona la registrazione del contratto di locazione con cedolare secca.

Chi deve registrare il contratto con cedolare secca

Il contratto deve essere sempre registrato dal proprietario dell’immobile.

In passato, molti proprietari di casa preferivano che, ad occuparsi della registrazione, fosse l’inquilino, o anche un professionista quale un avvocato. La legge di stabilità del 2016 però ha leggermente cambiato le cose, e dal 1 gennaio del 2016 la registrazione deve avvenire a nome del proprietario.

Come e quando registrare un contratto

Per registrare il contratto, hai a disposizione tre semplicissime opzioni:

  • puoi rivolgerti ad un professionista: si tratta di intermediari abilitati alla registrazione del contratto, quali un avvocato ad esempio, ma anche un CAF o una delle associazioni dei proprietari di casa.
  • puoi registrare il contratto presso l’Agenzia delle Entrate nella tua città
  • puoi usare i servizi di registrazione telematica dell’Agenzia delle Entrate. L’uso di questi servizi è obbligatorio solo se sei proprietario di almeno 10 appartamenti, anche se devi registrare un solo contratto d’affitto, oppure se sei un agente di intermediazione. In tutti gli altri casi, puoi scegliere la registrazione in ufficio.

Ti ricordiamo che il contratto di locazione con cedolare secca va registrato entro 30 giorni dalla stipula.

Cosa serve per registrare il contratto con cedolare secca

Per registrare il contratto di locazione con cedolare secca hai bisogno solo di:

  • una copia del contratto
  • il modello RLI
  • i dati di accesso al servizio telematico
  • uno scanner o un’app per la scansione dei documenti

Come ottengo i dati di accesso

Per accedere al servizio telematico devi registrarti ai servizi telematici dell’Agenzia. Dopo la registrazione ti sarà inviata una password.

registrazione-telematica-contratto-locazione

Ricorda che il servizio telematico di tuo interesse è Fisconline. Entratel è usato solo da chi deve presentare dichiarazioni per più di 20 soggetti.

Cosa è il Modello RLI

RLI è l’abbreviazione di Registrazione Locazioni Immobili. Si tratta di un modello usato dal 2014, che ha sostituito i modelli precedenti (Modello 69, Modello Siria, Iris, ecc.).

Questo è il modello da usare per tutte le comunicazioni tra te e l’Agenzia delle Entrate: non solo la registrazione del contratto, ma anche la proroga, la risoluzione, la revoca della cedolare secca, la comunicazione dei dati catastali.

Che tu scelga di comunicare la registrazione in formato cartaceo, via internet o tramite un professionista, questo è l’unico modello da usare.

Dove si trova il modello per la registrazione del contratto con cedolare secca

Il modello è disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Puoi scaricarlo qui.

Come si compila il modello

La compilazione del modello per registrare un contratto con cedolare secca non è difficiile.  Il modello consta di 11 pagine in tutto, ed è diviso in cinque quadri. Ecco le informazioni di massima da inserire in ciascun quadro:

  • Quadro A – In questo quadro inserirai i dati generali sul tuo immobile. La sezione da compilare per la registrazione del contratto con cedolare secca è la Sezione I.
  • Quadro B – Si tratta di un quadro riservato ai dati del locatore e del conduttore, dove inserirai i rispettivi codici fiscali, dati personali, ecc.
  • Quadro C – Questo quadro è riservato ai dati degli immobili. Per compilarlo devi avere a disposizione i dati catastali.
  • Quadro D – Il Quadro D è importantissimo per la cedolare secca. Qui fornirai informazioni sull’immobile, sull’opzione della cedolare, ecc.
  • Quadro E – Il Quadro E non è di tuo interesse, se vuoi registrare un contratto con cedolare secca. Se opti per la cedolare infatti rinunci agli aggiornamenti del canone, mentre il Quadro E si usa per comunicare cambiamenti nel canone di locazione.

Se scegli di inviare il Modello RLI via internet, devi allegare una copia del contratto. La copia del contratto di locazione può essere in formato .pdf, .tif, .o .tff

Allegare la copia del contratto non è obbligatorio in tutti i casi. Se sei un piccolo proprietario, e devi registrare un contratto con cedolare secca per un unico immobile, allegare il contatto è facoltativo. Per evitare qualsiasi rischio il consiglio però è di passare il contratto allo scanner, o con un’app quale CamScanner, e di inviarla online.

Devo sempre registrare il contratto di persona?

Non è necessario registrare il contratto con cedolare presentando il modello di persona. Se non hai tempo, puoi delegare un tuo familiare o un amico, a patto che tu unisca al mandato di delega una fotocopia del tuo documento di identità.

Cosa succede dopo la registrazione del contratto con cedolare secca?

Hai scaricato e compilato il modello RLI, e lo hai consegnato al CAF oppure ad un intermediario. Cosa succede adesso?

Dopo la registrazione del contratto con cedolare secca, non ti resta che dare la comunicazione al tuo inquilino, e all’amministratore di condominio. Ricorda che il termine per la comunicazione è di 60 giorni dopo la data di stipula del contratto.

Quindi, se hai stipulato il contratto il 1 gennaio 2018, dovrai:

  • registrarlo entro il 1 febbraio 2018
  • comunicare la registrazione all’inquilino ed all’amministratore di condominio entro il 1 marzo 2018

Ricorda:

  • La registrazione del contratto di locazione con cedolare secca va effettuata entro 30 giorni dalla stipula del contratto.
  • Se sei il proprietario di un immobile, devi effettuare la registrazione a tuo nome.
  • Per la registrazione, puoi recarti presso l’Agenzia delle Entrate di persona, oppure utilizzare i servizi telematici.
  • Dopo la registrazione, dovrai inviare una comunicazione al tuo inquilino ed all’amministratore di condominio.
  • Per ulteriori informazioni, puoi guardare un tutorial video dell’Agenzia delle Entrate su Youtube.

Stanco di doverti occupare della registrazione del contratto? Visita il nostro sito

Vuoi scaricare tutti i modelli di contratto con cedolare secca?

SCARICA I MODELLI IN FORMATO PDF E DOC




1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,75 out of 5)
Loading...

1 Comment

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sappiamo che stai leggendo con interesse questo articolo

Scarica la guida sui contratti di locazione! Ti aiuterà per evitare di incorrere in errori che potrebbero costarti tempo e denaro.​

Non lo faremmo se non fosse così importante!
Visto che sei così interessato a questi argomenti puoi scaricare ora la nostra guida gratuita sui contratti di locazione.

Ti aiuterà per evitare di incorrere in errori che potrebbero costarti tempo e denaro.

Compila il form qui sotto e ricevi immediatamente la guida!
(ricevi in più gratuitamente i modelli di contratti fac-simile da stampare e compilare, poi potrai riprendere a leggere questo articolo!)

Se hai trovato interessante questo articolo prima di andartene puoi scaricare la nostra guida gratuita sulle locazioni!

Cosa troverai nella guida?

  • Elenco dei contratti stipulabili e delle formule e procedure di attuamento
  • Approfondimento giuridico su norme e articoli utili per essere informati su “oneri e onori” del proprietario di casa
  • Modelli e contratti fac simile da stampare e compilare