Codice Tributo

Il Codice Tributo 3912: Cos’è | Cosa Serve | Come Si Usa

4.8Kviews

Con questo post sul codice tributo 3912 proseguiamo la nostra serie di articoli sui codici tributo più utili nella compilazione del Modello F24. Si tratta di un argomento molto tecnico, ma conoscere i codici tributo giusti è importante. E questo qui in particolare è uno dei codici da ricordare sempre, perché:

  • il codice tributo 3912 si usa per pagare l’IMU sulla prima casa. Ovvero, l’abitazione principale – quella dove hai stabilito la residenza
  • La denominazione di questo codice è “IMU – Imposta Municipale Propria su Abitazione Principale e Relative Pertinente – Comune”.
  • se stai cercando riferimenti normativi precisi a questo codice, il documento chiave è il Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011

Se a leggere “IMU sulla prima casa” inizi a sentirti male, non temere! No, non hanno improvvisamente reintrodotto l’IMU sulla prima casa, ma il codice 3912 in ogni caso va usato da chi ancora deve pagare questa imposta sull’abitazione principale. Ti spieghiamo tutto tra un attimo

Chi Deve Usare il Codice 3961

Il codice 3961 non va usato da tutti i proprietari di una prima casa, ma solo da chi possiede un immobile iscritto in una delle seguenti categorie catastali:

  • A/1 – Abitazioni di tipo signorile
  • A/8 – Abitazioni in ville
  • A/9 – Castelli, o palazzi di eminente pregio artistico o storico

Chi ha un immobile iscritto nella categoria A/7, quella delle “villette” per intenderci, o in qualsiasi altra categoria non deve pagare l’IMU sull’abitazione principale.

Chi Non Deve Usare il Codice 3961

Oltre ai proprietari di abitazioni in villette, il codice 3961 non va usato da chi possiede un immobile iscritto in una qualsiasi di queste categorie:

  • A/2 – Abitazioni di tipo civile
  • A/3 – Abitazioni di tipo economico
  • A /4 – Abitazioni di tipo popolare
  • A/5 – Abitazioni di tipo ultrapopolare
  • A/6 – Abitazioni di tipo rurale
  • A/7 – Abitazioni in villini
  • A/10 – Uffici e studi privati
  • A/11 – Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

Ma vediamo cosa si intende per “abitazione di tipo signorile”, in villa, o in castello.

Codice 3912 ed Abitazioni Signorili

Potrai pensare che i casi delle abitazioni signorili, di lusso, in villa o in castello è scontato. In parte è vero. La classificazione di un’abitazione in castello non pone problemi di sorta. Lo stesso discorso è valido per le abitazioni in villa. Le ville in genere sono immobili situati in zone di altissimo pregio, dotati in ampio giardino se non addirittura di un parco, e con caratteristiche molto superiori all’ordinario.

Il problema, quando parliamo di codice 3912, si pone nel caso delle abitazioni di tipo signorile, o delle abitazioni di lusso. Questo perché fino a poco tempo fa una definizione chiara di “abitazione di lusso” non esisteva. Quindi era pur sempre possibile sostenere che la propria casa, pur se elegantissima e molto grande, non era un’abitazione di lusso, ed iscriverla nella categoria A2 evitando così di pagare l’IMU.

A partire dal 2014 le cose però si sono messe in maniera leggermente diversa. Cosa è successo? Anche se il Legislatore non è intervenuto in materia, la Corte di Cassazione ha emesso l’ordinanza  n. 23507, del 4 novembre, che ha fornito una definizione precisa di cosa si intende per abitazione “di lusso” oppure “di tipo signorile”.

In pratica, la Corte ha fornito un elenco di criteri che – se esistenti nel caso della tua abitazione – ne rendono necessaria l’iscrizione nella categoria A/1 rendendo di fatto obbligatorio pagare l’IMU.

I Criteri di Definizione delle Abitazioni Signorili

Ecco quali sono i criteri di definizione delle abitazioni di tipo signorile o di lusso. Si tratta di un elenco piuttosto lungo, quindi forse potrebbe essere utile stamparlo e leggerlo con calma offline.

Sono di lusso le abitazioni:

  • dotate di  più di 4 caratteristiche tra:

– superficie superiore a 160 metri quadri, esclusi balconi, terrazze, e pertinenze

– terrazza a livello scoperta o coperta superiore a 65 metri quadri

– più di un ascensore per scala

– una scala di servizio

– piscina

– campo da tennis

– un montacarichi che serve meno di 4 piani

– una scala principale con pareti rivestite in materiali pregiati

– piani alti più di 3,30 metri

– porte in legno pregiato, o massello, intagliate, scolpite, o con decorazioni pregiate

– infissi in materiale pregiato

– soffitti a cassettoni o decorati con stucchi

  • costruite su aree che i piani urbanistici hanno destinato a “villa”, oppure qualificate dai piani urbanistici come “di lusso”;
  • dalla superficie dei vani superiore a 200 metri quadri, con una pertinenza scoperta, dalla superficie sei volte superiore all’area scoperta;
  • dalla superficie superiore a 240 metri quadri, esclusi terrazzi, balconi, cantine, soffitte, scale, e posto macchina;
  • unifamiliari, e realizzate su un’area più grande di 3000 metri quadri;
  • che fanno parte di un fabbricato dalla cubatura superiore a 2000 metri cubi;
  • dotate di una piscina di almeno 80 metri quadri, oppure da un campo da tennis dalla superficie superiore a 650 metri quadri

Quando e Come Usare il Codice 3912

Se la tua abitazione rientra in uno di questi casi, allora dovrai pagare l’IMU in base alle aliquote vigenti. Ti ricordiamo che le scadenze sono:

  • 16 giugno per la prima rata
  • 16 settembre per la seconda rata

Il codice 3912 ovviamente va usato quando compili il Modello F24. Ecco tutti gli step da seguire per usare il codice correttamente:

  1. Il riquadro per pagare l’IMU si trova sulla pagina iniziale del Modello F24. Sbagliare è impossibile perché il nome di questo quadtro è “IMU e altri tributi locali”. Lo trovi subito dopo la sezione “Regioni”;
  2. Nello spazio “codice ente/codice comune” devi indicare il codice catastale del Comune dove si trova la tua abitazione ;
  3. Il campo “Ravv.” va compilato solo se hai dimenticato di pagare l’IMU e vuoi beneficiare dell’istituto del ravvedimento operoso. In tutti gli altri casi, questo campo va lasciato in bianco ;
  4. Nello spazio “numero immobili” specificherai il numero di immobili per cui versi l’IMU. Quindi se possiedi solo un’abitazione scriverai “1”, se ne hai due scriverai “2” e così via ;
  5. Il codice 3912 va indicato nello spazio “codice tributo”;
  6. Il campo “rateazione/mese rif” va impiegato per indicare quale rata dell’IMU si sta pagando;
  7. Nel campo “anno di riferimento” indicherai l’anno per cui paghi l’IMU;
  8. Lo spazio “importi a debito versati” va compilato indicando l’importo dell’IMU

Cosa Succede Se Sbaglio il Codice Tributo

I codici tributo dell’IMU sono molto, molto simili l’un l’altro e se compili il Modello F24 di persona può accadere di inserire il codice sbagliato. In questo caso non succede nulla, o meglio, succede qualcosa.

Per fortuna non si tratta di controlli o altro, né di multe. Semplicemente, dovrai rettificare l’errore che hai commesso. La procedura, non nascondiamolo, è abbastanza noiosa ma in realtà richiede poco tempo.  Dovrai recarti presso il tuo Comune, presentando una dichiarazione redatta in carta semplice, dove fornirai:

  • il tuo nome e cognome, l’indirizzo ed il codice fiscale
  • informazioni sul codice errato che hai inserito nel Modello F24
  • informazioni sulla correzione da apportare

Tutto qui. Il tuo Comune di residenza avrà cura di correggere l’errore in tempi brevi, ed anche di comunicare le informazioni corrette all’Agenzia delle Entrate.

Le Nostre Mini-Guide ai Codici Tributo

Se sei giunto a questo post perché cercavi informazioni sul codice tributo 3912 speriamo di esserti stati utili. Se invece stai cercando informazioni su altri codici tributo, perché non dare un’occhiata alle altre mini-guide che abbiamo già pubblicato? Eccole qui:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.