Codice Tributo

I Codici Tributo del Modello F24 ELIDE

14.9Kviews

Ti anticipiamo che i codici tributo del modello F24 ELIDE che trovi elencati in questo post non sono tutti i codici tributo da utilizzare nel modello, ma solo alcuni: si tratta dei codici tributo da impiegare per il versamento dell’imposta di registro e sull’imposta di bollo.

Se hai bisogno di chiarimenti sull’imposta di registro, puoi leggere il nostro post sulla registrazione del contratto di locazione nel 2018, ma anche sul costo della registrazione del contratto di locazione, e sulle conseguenze di registrazione tardiva o la mancata registrazione del contratto di locazione.

Se invece conosci già tutto sulla registrazione, passa immediatamente all’elenco dei codici tributo del Modello F24 ELIDE, per trovare il codice tributo che fa al caso tuo.

L’Elenco dei Codici Tributo del Modello F24 Elide per i Contratti di Locazione

I codici tributo istituiti dall’Agenzia delle Entrate per il versamento dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo sono:

  • 1500 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per prima registrazione”;
  • 1501 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per annualità successive”;
  • 1502 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per cessioni del contratto”;
  • 1503 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per risoluzioni del contratto”;
  • 1504 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per proroghe del contratto”;
  • 1505 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Bollo”;
  • 1506 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Tributi speciali e compensi”;
  • 1507 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione”;
  • 1508 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione”;
  • 1509 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi”;
  • 1510 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi”.

Si tratta di una serie di codici istituiti ormai nel 1986, mediante il Testo Unico del Registro  n. 131 del 26 aprile, e confermati dalla Risoluzione n. 14/E del 24 gennaio 2014. In aggiunta a questi codici tributo, il 24 gennaio 2014 l’Agenzia delle Entrata ha istituito una serie di cinque codici tributo, da usare esclusivamente per il versamento delle somme dovute a seguito degli avvisi di liquidazione dell’imposta e irrogazione delle sanzioni. Si tratta dei codici:

  • A135 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro – Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni”;
  • A136 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Bollo – Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni”;
  • A137 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Sanzioni – Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni”;
  • A138 – “LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Interessi – Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni”.

Chi Deve Usare i Codici Tributo del Modello F24 Elide

Attenzione! Questi codici non vanno usati da tutti i proprietari di casa, ma solo da chi ha optato per una locazione in regime di “libero mercato”. Infatti, chi ha scelto il regime della cedolare secca sugli affitti  può dormire sonni tranquilli perché questi codici non sono di suo interesse. Ti ricordiamo che i contratti di locazione con cedolare secca sono automaticamente esentati dal pagamento di:

  • imposta di bollo
  • imposta di registro

sia per la prima annualità che per ogni annualità successiva.

Quando Usare i Codici Tributo Sui Contratti di Locazione per il Modello F24 ELIDE

I codici tributo che trovi qui sopra vanno usati quando dovrai presentare il Modello F24. Ti ricordiamo che esistono cinque tipi diversi di Modello F24:

  • Il Modello F24 ordinario;
  • il Modello F24 accise, che va usato per pagare le imposte sulla fabbricazione e sulla vendita dei prodotti, che quindi è di interesse limitato per i proprietari di casa;
  • il Modello F24 EP, per pagamenti agli Enti Pubblici;
  • il Modello F24 semplificato, per il pagamento delle imposte erariali, alle Regioni ed agli altri enti locali;
  • il Modello F24 ELIDE. ELIDE non è il nome di una donna, ma l’abbreviazione di elementi identificativi.

La versione del Modello F24 per pagare l’imposta di registro e di bollo è il Modello F24 ELIDE. Puoi  scaricare una copia del Modello F24 ELIDE dal sito dell’Agenzia delle Entrate. Sul sito trovi anche delle istruzioni generiche per la compilazione del modello. Ma noi ti spieghiamo come e dove inserire i codici tributo nella prossima sezione di questo post. Se hai dubbi sull’imposta di registro e sull’imposta di bollo, puoi trovare le risposte essenziali guardando questo video dell’Agenzia delle Entrate.

Come Inserire i Codici Tributo e Compilare il Modello F24 ELIDE

Il Modello F24 Elide è composto da sole 3 pagine, che tra l’altro sono tutte uguali. Segui passo a passo queste istruzioni, e sarai certo di non commettere errori nella compilazione del Modello:

  • Scarica il modello dal sito dell’Agenzia delle Entrate, e stampalo o visualizzalo sullo schermo del tuo PC o MAC
  • vai alla prima pagina del modello. In questa pagina trovi due sezioni: la sezione “Contribuente”, e la sezione “Erario ed altro”
  • Nella sezione “Contribuente” devi inserire tutti i tuoi dati anagrafici, ovvero: il codice fiscale, il tuo nome, cognome, data di nascita, sesso, luogo di nascita, ed il tuo domicilio fiscale. L’ultimo campo che trovi nella sezione “Contribuente” va lasciato in bianco se stai compilando il Modello F24 ELIDE da solo. Infatti, questo campo serve solo a chi agisce per conto di un genitore, di un minore, e di terze persone in generale
  • Nella sezione “Erario ed altro” trovi sette campi:

– codice ufficio

– codice atto

– tipo

– elementi identificativi

– codice

– anno di riferimento

– importi a debito versati

  •  I campi “codice ufficio” e “codice atto” vanno lasciati in bianco, se il pagamento si riferisce ai contratti di locazione
  • Nel campo “tipo” devi indicare la tipologia di versamento che stai effettuando. Per i contratti di locazione, devi inserire la lettera “F” maiuscola
  • Il Campo “Elementi identificativi” richiede più attenzione:

se si tratta di una prima registrazione del contratto, questo campo non va compilato

–  se stai pagando l’imposta di registro o di bollo sulle annualità successive, ma anche su una cessione, su una risoluzione, su una proroga del contratto, in questo campo devi indicare il codice identificativo del contratto di locazione.

Se non conosci il codice identificativo del contratto di locazione che hai stipulato, puoi cercarlo online inserendo la data di registrazione del contratto, e la provincia dove è avvenuta la registrazione, nel motore di ricerca del codice identificativo del contratto di locazione, messo a disposizione dal sito dell’Agenzia delle Entrate:

  1. Nel campo “Codice” devi inserire uno dei codici tributo che abbiamo elencato in questo articolo
  2. Nel campo “Anno di riferimento” devi indicare l’anno di stipula del contratto – se si tratta di una prima registrazione. Se si tratta di pagamenti successivi, devi indicare l’anno di scadenza dell’adempimento
  3. Nel campo “Importi a debito versati” devi indicare gli importi da versare.

Speriamo che questa spiegazione dei codici tributo del Modello F24 Elide ti sia stata utile. Ti invitiamo anche a leggere la nostra guida definitiva sui codici tributo più ricorrenti nel modello F24, dove trovi tante informazioni sui codici tributo più ricorrenti da usare per gli affitti.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.