Browse By

[PDF] Come eliminare le macchie in casa

Stai mangiando un pezzo di cioccolata ed eccola lì che ti cade sul divano. Oppure l’inchiostro della biro sul tavolo o il succo di frutta che sporca la tavola della cucina. Insomma, tutti noi nella vita ci siamo sporcati almeno una volta mangiando o facendo qualche attività in casa.

Non tutte le sostanze sono uguali e, per questo motivo, non vanno lavate o rimosse allo stesso modo. In questo post vi mostro come eliminare le macchie di ogni tipo.

In più, potrete stamparvi una bella scheda in PDF da attaccare sul frigo o su una bacheca che riepiloga tipo di macchia e modalità di rimozione. E, già che ci sono, vi consiglio anche di scaricarvi il calendario settimanale delle pulizie per organizzarsi fra coinquilini.

In questo post vedremo come rimuovere alcune macchie da tessuti, capi e dal parquet:

  • Bianchetto
  • Cioccolata
  • Cera di candela
  • Frutta
  • Gelato
  • Gomma da masticare
  • Inchiostro
Marmellata, pesca, succo di frutta, cera, fango, erba, ciliegie, sangue e pennarello li trovate nel PDF da poter scaricare cliccando qui.

Bianchetto

macchie di bianchetto

Lasciate asciugare la macchia sul tessuto e poi grattatela via servendovi di uno spazzolino o un cucchiaino da caffè (con la punta arrotondata). Quindi risvoltate il capo, appoggiando la macchia su un tessuto neutro (come un panno vecchio da buttare) e tamponare la macchia dall’esterno verso l’interno con uno smacchiatore, così da far assorbire al panno sottostante la macchia di bianchetto. Infine applicate un po’ di sapone sull’alone della macchia e mettete il capo in lavatrice.

Cioccolata

un pezzo di cioccolata con le nocciole

A chi non piace la cioccolata? Un po’ meno buono, invece, è il momento in cui dobbiamo rimuovere le macchie di questo goloso dolce. Potete usare il sale, facendo un primo lavaggio della parte interessata insieme a un po’ di acqua per far sparire la macchia.

Se la macchia è ancora fresca potete provare a rimuoverla subito con un po’ di ghiaccio. Se invece la macchia non è più fresca e avete anche finito il sale in casa, l’unica è lavare il tessuto con il detersivo per piatti!

Nel caso vi cadesse sul parquet dovete fare molta attenzione e usare solo un prodotto specifico per la pulizia dei parquet; non lasciate nulla al caso, perché il parquet è molto delicato e usare prodotti non corretti potrebbe rovinarlo per sempre.

Cera di candela

cera di candela fra le mani

Serata romantica a lume di candela. Peccato che, a un certo punto, macchiate il vostro tappeto preferito con un po’ di cera. Non preoccupatevi, la serata non viene rovinata per così poco: raschiate, mettete sulla macchia carta assorbente e passare il ferro tiepido (sostituendo spesso la carta).

Frutta

un mix di frutta colorata

La frutta fa benissimo al nostro organismo, forse un po’ meno però sulla nostra camicia bianca. Per prima cosa usate l’acqua fredda e poi acqua ossigenata diluita con acqua e qualche goccia di ammoniaca. Se invece il succo di un frutto, mentre lo stavate sbucciando, macchia un capo colorato, la cosa migliore è sfregare il tessuto con una pezzuola bianca imbevuta di succo di limone.

Gelato

gelato con frutti di bosco

È estate, fa molto caldo e in casa non va il condizionatore. E allora cercate un po’ di refrigerio dalla caluria estiva grazie a un bel gelato. Avete appena preso in mano il vostro cono con pistacchio e mango (sono l’unico a fare questo abbinamento?) ed ecco che vedete cadere al rallentatore una goccia di gelato verso la vostra tshirt preferita.

Se potete usate subito acqua frizzante da versare direttamente sulla macchia, sfregano un po’ il tessuto nella zona interessata. Se il capo è rimasto macchiato dopo esservi serviti dell’acqua frizzante, potete provare con un po’ di sapone liquido (meglio se incolore). Mettetene un po’ sulla macchina pretrattrata e sfregate di nuovo.

Se invece vi accorgete del danno dopo diverse ore, appena tornate a casa per rimuovere le macchie dovrete fare così: prendete una bacinella e riempitela di acqua fredda, mettendo il capo in ammollo per 5 minuti. Poi servitevi del sapone di marsiglia per sfregare il tessuto mettendolo sulla macchia da trattare. Fatelo agire per qualche minuto e poi inserite nuovamente il capo nella bacinella e infine buttatelo in lavatrice per un lavaggio ottimale.

Gomma da masticare

una ragazza fa una bolla con la gomma da masticare

Fai una megafesta a casa tua e inviti tante persone. Qualche drink di troppo e la gente perde il controllo, rovescia un po’ di tutto a terra, c’è chi spegne le sigarette sulle tende o chi ti rompe un piatto mentre vuole prepararsi la pasta delle 2 di notte. Ok, forse questi non saranno i vostri migliori amici e sembra più un rave, ma sinceramente ne ho viste di ogni e dunque è meglio prepararsi al peggio a volte.

Se ti capita qualche imbucato che ha la bella idea di lasciarti, come “regalo”, una gomma da masticare per terra sulle piastrelle della cucina, meglio sapere come risolvere la situazione: provate a usare una vecchia carta di credito (o comunque qualcosa che possa funzionare come un raschietto). Movimenti delicati ma decisi in modo da non graffiare il pavimento.

Un altro modo è quello di usare il phon. Accendetelo e posizionate la bocca di uscita dell’aria calda a poca distanza dalla gomma da masticare. Aspettate che si ammorbidisca per poi raschiarla via. Per pulire a fondo usate un panno imbevuto di aceto.

Inchiostro

inchiostro nell'acqua

Se si tratta di penna a sfera bisogna tamponare delicatamente con uno straccio imbevuto di alcool o succo di limone dopo aver messo il capo su una carta assorbente. Volendo la si può trattare anche con latte freddo, ponendo un panno sotto la macchia così che assorba l’inchiostro: il latte va fatto assorbire qualche minuto per poi strofinare delicatamente. Anche l’ammoniaca non diluita può essere utile.

Scarica il PDF con la tabella delle macchie per scoprire come ripulire anche marmellata, pesca, succo di frutta, cera, fango, ciliegie, sangue e pennarello.

 

Conosci altri trucchi “della nonna” per eliminare le macchie dai vestiti? Lascia un commento!

Commenti

commenti