pixel per articolo 144051
Home | comprare casa | Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020 | La Guida
comprare casa

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020 | La Guida

September 28, 2019|3112 views
Diana della SpinaDiana della Spina
immagine hero di "Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020 | La Guida"

Quali sono le agevolazioni previste per l’acquisto della prima casa nel 2020? La situazione del bonus casa, ma anche di tutta una serie di altre agevolazioni fiscali, cambia di anno in anno. Quindi informarsi in anticipo è importante. Con il 2020 che si avvicina sempre di più, in questo articolo ti presentiamo un quadro generale delle agevolazioni sull’acquisto della prima casa. Alcune di queste agevolazioni sono valide da qualche anno, e probabilmente resteranno in vigore almeno fino alla fine del 2020. Altre potrebbero essere revocate, quindi continua a seguire il blog di Gromia, per restare sempre informato.

Chi Può Accedere alle Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020?

Non tutti possono godere delle agevolazioni sull’acquisto della prima casa. Nel 2020 ciò potrebbe cambiare. Le condizioni per accedere alle agevolazioni potrebbero farsi più restrittive. Per il momento, ecco quali sono:

  • non devi essere proprietario di nessun immobile, oltre quello che intendi comprare. Se hai già acquistato una casa, che magari poi è diventata troppo piccola per la tua famiglia, puoi accedere alle agevolazioni. Ma devi vendere la tua vecchia casa entro 12 mesi dall’acquisto del nuovo appartamento
  • devi stabilire la tua residenza nel Comune dove si trova l’appartamento
  • l’immobile non può essere né un’abitazione di tipo signorile (categoria A/1), né un’abitazione in villa (categoria A/8), né un castello o un palazzo di eminente pregio artistico e storico (categoria A/9)
  • in alternativa, devi aver ricevuto la tua prima casa per donazione, o anche per successione
  • se sei separato o divorziato, e il giudice ha assegnato la casa al tuo coniuge, puoi ancora accedere a queste agevolazioni, a patto che tu stabilisca la tua residenza nella nuova casa.

Di questi ed altri scenari abbiamo già parlato nel nostro articolo sull’acquisto di una prima casa avendone già una, che ti invitiamo a leggere.

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020: Le Tasse

Per il momento Agenzia delle Entrate non ha annunciato alcuna novità sulle agevolazioni per l’acquisto della prima casa nel 2020. Le agevolazioni fiscali che continuano ad essere in vigore riguardano l’IVA, l’imposta di registro, l’imposta catastale e l’imposta ipotecaria.

Chi compra la sua prima casa è tenuto a versare l’IVA solo se acquista da un’impresa di costruzioni, e solo se l’impresa opera in regime IVA. In questo caso, l’aliquota da corrispondere sul prezzo di vendita della casa è pari al solo 4%. Chi invece acquista casa da un privato non dovrà versare l’IVA. La regola di base è questa, ed è molto semplice. Se vuoi saperne di più, leggi il nostro articolo sull’IVA sull’acquisto della prima casa.

L’imposta di registro per chi compra da un privato è calcolata in misura del 2% del valore catastale dell’immobile. Se invece compri casa da un’impresa di costruzioni, l’importo di quest’imposta è fisso, ed è pari a 200. Euro.  L’imposta catastale ha un importo fisso di 50 Euro, per chi compra da un privato, mentre sale a 200 Euro se acquisti la tua prima casa da un’impresa. L’imposta ipotecaria costa solo 50 Euro per chi acquista la sua prima casa da un privato, diversamente è dovuta nella misura di 200 Euro.

Queste sono le agevolazioni fiscali per chi compra la sua prima casa nel 2020. Se vuoi saperne di più, leggi il nostro articolo sulle tasse sull’acquisto della prima casa nel 2020.

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020: Il Mutuo

Una novità riguarda i mutui ipotecari per l’acquisto della prima casa, anche se purtroppo non si tratta di una novità che non riguarda tutti. La Legge di Bilancio 2019 ha previsto la concessione di un terreno gratuito per 20 anni a tutte le famiglie che hanno già due figli, e che prevedono di avere un terzo figlio nel 2020, o anche nel 2021.

Ma cosa c’entra questo con il mutuo per l’acquisto di una prima casa? C’entra tantissimo. Avere un terreno in uso gratis è utile solo se si abita nelle vicinanze del terreno. Se si risiede a centinaia di chilometri di distanza utilizzare il terreno non è possibile. Per chi vuole approfittare di questa opportunità, magari aprendo un agriturismo, c’è la possibilità di comprare la prima casa con un mutuo a tasso zero. La casa deve trovarsi nella vicinanza del terreno, e l’importo massimo del mutuo è pari a 200.000 Euro.

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020: Il Bonus Ristrutturazioni

Ma vediamo come è la situazione del bonus ristrutturazioni. A febbraio del 2019 Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova guida sul bonus ristrutturazioni, e su altri incentivi. Quindi il bonus per le ristrutturazioni è stato prorogato fino alla fine del 2019, anche se con qualche ritardo. Noi ci auguriamo una proroga fino alla fine del 2020. Nel frattempo, ecco quali sono le agevolazioni introdotte da questo bonus:

  • chi compra casa e deve compiere interventi di ristrutturazione può godere di una detrazione Irpef pari al 50%, per un limite massimo di spesa di 96.000 Euro. Il limite di spesa è valido per una unità immobiliare
  • tutte le informazioni sui lavori di ristrutturazione devono obbligatoriamente essere trasmesse all’Enea. La comunicazione all’Enea va effettuata per consentire di controllare ed anche di valutare il risparmio energetico raggiunto grazie agli interventi di ristrutturazione. Ad esempio, chi installa i doppi vetri ai balconi e alle finestre riesce a risparmiare energia, e quindi a fine mese paga una bolletta più leggera. Questo tipo di intervento deve essere portato a conoscenza di Enea
  • la possibilità di pagare un’aliquota IVA ridotta, e di detrarre gli interessi passivi dei mutui richiesti per la ristrutturazione della prima casa.

Se vuoi saperne di più, ti invitiamo a leggere il nostro articolo sulla proroga delle detrazioni fiscali, dove trovi tutte le informazioni che riguardano l’anno in corso.

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020: Il Risparmio Energetico

Anche qui le novità purtroppo si fermano al 31 dicembre. Ci auguriamo che le agevolazioni per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici siano prorogate anche a tutto il 2020. Nel frattempo, ecco quali sono i vantaggi e le detrazioni prorogati dalla Legge di Bilancio:

  • le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica degli edifici sono soggetti ad una detrazione Irpef pari al 65%. Questa percentuale di detrazione è valida, ad esempio, se il condominio decide di installare pannelli solari, di installare un sistema computerizzato o multimediale per controllare gli impianti di riscaldamento, ed in generale di compiere interventi che riguardano l’intero stabile.
  • gli interventi sostenuti per la riqualificazione energetica dei singoli appartamenti sono soggetti ad una detrazione del 50%. Si tratta di una percentuale un po’ inferiore, ma pur sempre consistente. Questa detrazione riguarda tutta una serie di interventi che migliorano l’efficienza energetica della tua casa anziché dell’intero stabile. Qualche esempio? Si tratta dell’acquisto di nuove finestre e nuovi infissi, degli impianti di climatizzazione, dell’installazione di schermature solari
  • le regole per le caldaie a condensazione sono un po’ diverse. In linea di massima la detrazione spetta solo a chi ha una caldaia con efficienza energetica superiore alla classe A. Se vuoi più informazioni sulle detrazioni disponibili per le caldaie a condensazione, ti consigliamo di rivolgerti al tuo commercialista o a un tecnico abilitato
  • dell’80% sono le detrazioni per chi effettua lavori per la riduzione del rischio sismico. I lavori devono riguardare le parti comuni dello stabile. Se i lavori danno come risultato la riduzione di almeno due classi di rischio sismico la detrazione sale all’85%.

Ti ricordiamo che per godere di queste detrazioni fiscali è necessario che lo stabile, o anche la tua casa, presentino le condizioni richieste dalla Legge di Bilancio. Inoltre, Enea compie controlli effettuando sopralluoghi, per evitare che i soliti “furbetti” approfittino delle detrazioni disponibili.

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020: Il Bonus Mobili

Stessa situazione per il bonus mobili. La proroga è in vigore fino alla fine dell’anno in corso. Ma quest’agevolazione potrebbe essere estesa a tutto il 2020. Per il momento, ecco quali sono le agevolazioni disponibili:

  • la detrazione Irpef può essere richiesta fino al 50%, per l’acquisto di grandi elettrodomestici dall’efficienza energetica non inferiore alla classe A+, ma anche di mobili
  • sia i mobili che gli elettrodomestici devono essere usati per arredare una casa ristrutturata durante l’anno in corso
  • per dimostrare l’inizio dei lavori è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Il bonus mobili è una delle agevolazioni che in genere viene prorogata di anno in anno. Noi speriamo che la proroga sia concessa anche per il 2020. Nel frattempo, se stai pensando di acquistare la tua casa prima del nuovo anno, leggi il nostro articolo sul bonus mobili con ristrutturazione.

Per godere delle agevolazioni su tutte le spese che riguardano l’efficienza energetica è necessario inviare comunicazione all’Enea. La comunicazione va effettuata in via telematica, e deve avere luogo entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Le Agevolazioni sull’Acquisto della Prima Casa nel 2020: Le Spese Notarili

Le spese sostenute da chi compra una prima casa non riguardano solo tasse, imposte, ristrutturazioni, acquisto di mobili e di elettrodomestici nuovi. E’ necessario anche saldare la parcella del notaio che stipula il rogito. Però è possibile detrarre alcune spese dal proprio reddito Irpef. Si tratta di:

  • tutte le spese che hai sostenuto per stipulare il contratto del mutuo. Se le spese per il rogito non possono essere detratte, detrarre le spese che hai pagato al notaio per concludere il contratto di muto con la banca è possibile
  • tutte le altre spese che il notaio ha anticipato per tuo conto, oltre agli interessi passivi sul mutuo, agli oneri accessori, e alle quote di rivalutazione. 

Tutte queste spese sono detraibili in misura del 19%. Per sapere come fare, il nostro consiglio è di rivolgerti al tuo commercialista. Ma se vuoi più informazioni, nel nostro articolo sulla detrazione delle spese notarili per l’acquisto della prima casa nel 2020 trovi tutto ciò che devi sapere.

Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più

FacebookTwitterPinterestE-mail
L’IVA sull’Acquisto della Prima Casa | Tutto ciò che devi SapereLeggi l'articolo
Le Agevolazioni sulla Prima Casa: La Successione e il Successivo Acquisto di un AppartamentoLeggi l'articolo
Potrebbero anche interessarti
  • November 1831 views

    Le abitazioni da ristrutturare vendono meglio in Italia

    In questo articolo ti parleremo delle abitazioni da ristrutturare che continuano ad essere tra le preferenze degli italiani quando si tratta di acquistare un immobile ad uso abitativo. Abbiamo incrociato diversi dati che ci consentiranno di tracciare uno scenario complessivo e approfondire i numeri sulle vendite di abitazioni da ristrutturare, i dati confrontati con le […]
    Miriam PeraniMiriam Perani
  • October 22174 views

    Come evitare le truffe immobiliari

    In questo articolo ti spiegheremo come fare per non incappare in una delle paure più diffuse quando si acquista casa: le truffe immobiliari. Ti spiegheremo quali sono gli aspetti a cui dovresti prestare maggiore attenzione prima dell’acquisto e come fare per essere certo di evitare di incappare in una truffa. Guarda, controlla e chiedi Innanzitutto […]
    Miriam PeraniMiriam Perani
  • October 683 views

    Chi acquista in città arrivando dalle altre province?

    Negli ultimi anni non è raro assistere a miliardi di flussi migratori in Italia da parte di soggetti in cerca di cambiare aria, nuove opportunità di lavoro o semplicemente per obblighi personali. Ma chi acquista i beni immobili arrivando da altre province? Abbiamo preso in evidenza un Osservatorio pubblicato dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa. Dall’analisi […]
    Danilo AurilioDanilo Aurilio