comprare casa

Guida all’Imposta di Registro sulla Prima Casa

Imposta-di-Registro-sulla-Prima-Casa-2
407views

Stai pensando di comprare la tua prima casa, e vuoi capire quando e come pagare l’imposta di registro? Se è così sei arrivato all’articolo giusto, perché qui ti spieghiamo tutto ciò che devi sapere sull’imposta di registro sulla prima casa.

1. Che Cos’è l’Imposta di Registro sulla Prima Casa?

L’imposta di registro è un’imposta indiretta, dovuta allo stato per la registrazione di qualsiasi tipo di scrittura, sia pubblica che privata. L’importo dell’imposta si calcola in base ad aliquote percentuali, che si applicano al valore del contratto.

Se stai comprando la tua prima casa, l’imposta di registro andrà versata sul valore dell’immobile, poiché il valore espresso nel contratto è appunto il prezzo che tu paghi per ottenere la proprietà dell’appartamento.

2. Qual’è l’Aliquota dell’Imposta di Registro sulla Prima Casa?

Se a questo punto già inizi a preoccuparti per tutti i soldi che dovrai spendere, oltre al mutuo ed alle spese notarili, abbiamo una buona notizia. Esistono varie agevolazioni sulla prima casa, ed alcune di queste agevolazioni riguardano anche l’imposta di registro.

Se acquisti casa da un privato, l’aliquota dell’imposta di registro è del 2%. Se questa aliquota ti sembra comunque troppo alta, considera che si tratta di un’aliquota ridotta. Fino al 2013 infatti l’aliquota era del 3%.

Quest’aliquota è anche inferiore alle aliquote dovute per chi compra casa da altri soggetti. Se acquisti casa da un’impresa con vendita soggetta ad IVA, infatti dovrai versare il 4% del prezzo dell’immobile.

Si tratta di aliquote ridotte anche rispetto alle aliquote per le seconde case. Se vuoi fare un confronto, per capire quanto risparmi, leggi il nostro articolo sull’imposta di registro sulla seconda casa.

3. Chi Ha Diritto alle Agevolazioni sulla Prima Casa?

Hai diritto alle agevolazioni sull’acquisto della prima casa se rispondi di sì a ciascuna delle tre domande che trovi di seguito:

  • stai acquistando un’abitazione di tipo civile, o in alternativa una che rientra nelle categorie di abitazioni di tipo economico, popolare, ultra popolare, rurale, in villino, o nella categoria delle abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi?
  • L’abitazione si trova nel territorio del Comune dove hai stabilito la tua residenza?
  • Non possiedi nessun altro immobile, neanche in comproprietà, o a titolo di usufrutto, uso o abitazione, o nuda proprietà?

Se hai risposto di sì a tutte le domande, hai diritto alle agevolazioni sulla prima casa. Se hai risposto di no anche ad una sola di queste domande, purtroppo non potrai accedere a queste agevolazioni, e quindi l’imposta di registro da corrispondere andrà calcolata in modo diverso.

Imposta-di-Registro-sulla-Prima-Casa

Per conoscere le aliquote che si applicano nel tuo caso, ti consigliamo di leggere il nostro articolo sull’imposta di registro sulla seconda casa.

4. Sto Comprando una Nuova Casa, e Subito Dopo Venderò Quella Vecchia. Posso Accedere alle Agevolazioni sull’Imposta di Registro?

Sì, perché di fatto possiedi una sola casa. Le agevolazioni sulla prima casa, che coprono anche l’imposta di registro, si applicano anche a chi:

  • è già proprietario di un immobile, acquistato con i benefici per la prima casa
  • sta acquistando una seconda casa
  • venderà la vecchia casa entro 12 mesi dall’acquisto nel nuovo immobile

5. Ho Ricevuto un Appartamento in Eredità. Qual è la Percentuale dell’Imposta di Registro?

Se hai ricevuto un appartamento in eredità, potrai versare l’imposta di registro in misura del 2%. Anche a questo caso si applicano le agevolazioni previste per la prima casa. Quindi entro 12 mesi dovrai:

  • vendere l’immobile che hai ricevuto in donazione
  • vendere l’immobile dove risiedi adesso

6. Ho Ricevuto un Appartamento in Donazione. Come Calcolo l’Imposta di Registro?

Nel caso delle donazioni a titolo gratuito, l’imposta va calcolata nella misura del 2%, a patto che tu:

  • venda l’immobile ricevuto in donazione entro 12 mesi
  • venda l’immobile dove risiedi entro lo stesso periodo di tempo

7. Cosa Succede Se Non Riesco a Vendere l’Immobile Entro 12 Mesi?

Purtroppo questa è un’eventualità che può capitare, data la crisi del mercato immobiliare. In genere nell’atto di compravendita del nuovo appartamento, o anche nella dichiarazione di successione o nell’atto di donazione, ci si impegna a vendere casa entro un anno.

Se ciò non succede, purtroppo le agevolazioni sull’imposta di registro si perdono. Quindi dovrai corrispondere l’imposta di registro prevista per le seconde case, e pagare anche una sanzione del 30%. L’unico modo per evitare di versare la sanzione è dichiarare immediatamente all’Agenzia delle Entrate la decadenza dall’agevolazione.

Quindi non appena ti rendi conto che non riuscirai a vendere la tua prima casa entro un anno, dovrai immediatamente presentare un’istanza presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate dove hai registrato il contratto di compravendita. Dovrai pur sempre liquidare l’imposta di registro prevista per le seconde case, maggiorata degli interessi. Ma almeno eviterai la sanzione del 30%.

8. Cosa Succede se Vendo la Prima Casa, e ne Compro un’Altra entro 12 Mesi?

Se hai venduto la tua prima casa, per acquistarne un’altra entro 12 mesi, avrai diritto ad un credito di imposta. Il credito di imposta è pari all’imposta di registro che hai pagato sull’acquisto della prima casa. Potrai usare questo credito di imposta:

  • per ridurre l’importo dell’imposta di registro da pagare sulla tua nuova prima casa
  • per ridurre l’importo dell’imposta ipotecaria, o di altre imposte
  • per ridurre l’IRPEF, o anche altri tributi da versare con il Modello F24

Il codice da utilizzare per godere del credito di imposta è il codice tributo 6602.

9. Cosa Succede se Dò l’Immobile in Permuta?

Le regole che ti abbiamo riassunto sopra si applicano non solo alla compravendita tradizionale, ma anche alla permuta immobiliare.

10. Mi E’ Stato Detto Che l’Imposta di Registro E’ Dovuta anche Sul Preliminare di Compravendita. E’ Vero?

Sì. Il contatto preliminare di compravendita va in ogni caso registrato entro 20 giorni dalla sottoscrizione. Quindi anche su questo contratto andrà corrisposta l’imposta di registro. Sul preliminare però è dovuta un’imposta di registro dell’importo fisso di 200 Euro, indipendentemente dal prezzo dell’immobile.

Però fai attenzione, perché questa regola è valida solo se il preliminare di compravendita non prevede nessun pagamento. Se ha luogo il trasferimento di una somma sia a titolo di caparra confirmatoria, che a titolo di acconto sul prezzo dell’appartamento, su queste somme l’imposta di registro è dovuta. Ecco le aliquote

  • sulle somme versate a titolo di caparra si applica un’aliquota dello 0,50%
  • sulle somme versate a titolo di acconto si applica un’aliquota del 3%

Gli importi dell’imposta di registro sul preliminare di compravendita della prima casa verranno detratti dall’imposta di registro che verserai alla conclusione del contratto definitivo.

In alcuni casi questi importi possono essere addirittura rimborsati. Si tratta del caso in cui l’imposta di registro che hai versato per la caparra confirmatoria o anche per l’acconto è superiore all’imposta da versare per il contratto definitivo.

11. Cosa Succede se il Preliminare Riguarda un Contratto Soggetto ad IVA?

Se stai acquistando casa da un’impresa con vendita soggetta ad IVA, ad esempio un’impresa di costruzioni, l’imposta di registro sul preliminare di compravendita è la seguente:

  • se versi un acconto sul prezzo dell’immobile, l’imposta di registro sul preliminare è dovuta nella misura fissa di 200 Euro
  • sulla caparra confirmatoria l’imposta di registro è calcolata in modo proporzionale, applicando un’aliquota dello 0,50%

12. Come Si Paga l’Imposta di Registro?

L’imposta di registro va pagata direttamente al notaio, all’atto del rogito. Il tuo notai poi provvederà a versarla allo Stato.

In questo articolo abbiamo risposto alle 12 domande più comuni sull’imposta di registro sulla prima casa. Il Blog di Gromia offre informazioni utili a chi cerca di districarsi sul mercato della compravendita immobiliare e delle locazioni. Se hai altri dubbi, o anche se hai bisogno di una consulenza fiscale o giuridica, rivolgiti al tuo commercialista o anche al tuo avvocato di fiducia.

Leggi anche: Calcolo dell’Imposta di Registro sulla Prima Casa | Guida all’Imposta di Registro sulla Seconda Casa

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.