Contratto di Locazione

La Riduzione del Canone di Locazione: Come Funziona e Fac Simile | PDF

riduzione_canone_locazione
56.8Kviews

Con la crisi che ormai non demorde, i redditi che stagnano, e la crescita dei posti di lavoro che stenta a decollare, a volte può succedere che i proprietari di casa si ritrovino a dover ridurre il canone di locazione al proprio inquilino.

La riduzione del canone di locazione può essere una soluzione temporanea per riuscire a mantenere una fonte stabile di entrate.

A Quali Contratti è Possibile Applicare la Riduzione del Canone?

L’accordo di riduzione è semplicemente un documento che modifica un contratto di locazione già esistente, in particolare la clausola contrattuale riguardante in canone annuo. Quindi, è possibile usarlo per modificare qualsiasi tipo di contratto di locazione, quale:

  • il contratto di locazione ad uso abitativo
  • il contratto di locazione ad uso commerciale
  • il contratto di locazione con opzione per cedolare secca

Per Quanto Tempo E’ Possibile Ridurre il Canone?

La legge non stabilisce tempi minimi e massimi per la riduzione del canone di locazione. La decisione sui tempi dipende dall’accordo che raggiungerai con il tuo inquilino. In linea di principio, puoi:

  • ridurre il canone di locazione per un periodo limitato
  • ridurre il canone di locazione fino alla scadenza del contratto originale

Nel primo caso, terminato il periodo di riduzione del canone, dovrai stipulare un nuovo accordo per riportare il canone al suo valore precedente.

Ad esempio, immaginiamo che a partire dal 1 gennaio 2018 tu stipuli un accordo per la riduzione del canone di locazione, con validità fino al 1 gennaio 2019. L’accordo avrà una validità limitata a soli 12 mesi. Alla fine di questo periodo, per poter continuare a percepire il canone di locazione originario, sarà necessario stipulare un nuovo accordo.

Come Si Stipula l’Accordo?

In linguaggio tecnico, l’accordo è una novazione contrattuale – una modifica di un contratto esistente – quindi è sufficiente stipularlo mediante una scrittura privata. Alla fine di questo post troverai un fac-simile, che potrai modificare, stampare, e compilare con i tuoi dati, e quelli del tuo inquilino.

Mi Conviene Registrare l’Accordo di Riduzione?

La legge non prevede nessun obbligo di registrare l’accordo di riduzione del canone di locazione, se l’accordo è stato stipulato in forma di scrittura privata non autenticata. Infatti:

  • secondo la Corte di Cassazione (sentenza n. 5576, Sezione III, del 9 aprile 2003) l’accordo di riduzione del canone di locazione non è un nuovo contratto, ma costituisce una modifica ad un contratto già esistente;
  • il Testo Unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro (D.P.R. n. 131 del 26 aprile 1986) stabilisce che l’obbligo di registrazione sussiste solo per i nuovi contratti, le cessioni, le risoluzioni, e le proroghe dei contratti già registrati.

Cosa Succede se Non Registro l’Accordo?

Se non registri l’accordo, l’Agenzia delle Entrate continuerà a fare riferimento al canone annuo che percepivi prima della riduzione del canone di locazione. Registrando l’accordo invece, la base imponibile IRPEF diminuirà, poiché di fatto tu percepisci un canone di locazione in misura ridotta.

riduzione_canone_locazione_facsimile

Registrare l’accordo di riduzione quindi può esserti utile per pagare meno tasse, e per evitare accertamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate.

E’ ovvio che, se percepisci un canone di locazione ridotto, indicherai anche un canone ridotto nella tua dichiarazione dei redditi. Notando questa variazione, l’Agenzia delle Entrate potrebbe effettuare accertamenti immediatamente. La scrittura privata che hai concluso con il tuo inquilino sarà sufficiente a dimostrare il motivo della riduzione del canone.

Una scrittura privata però è un documento concluso in via “informale” tra le parti. In via teorica, può essere redatto in qualsiasi momento, anche apponendo una data successiva a quella in cui l’accordo tra le parti è stato raggiunto. Quindi, l’accordo è sufficiente a dimostrare la riduzione del canone, ma non può provare in maniera certa la data in cui è stato stipulato.

In caso di accertamenti, l’Agenzia delle Entrate potrebbe chiederti di fornire una prova certa dell’effettiva data di stipula dell’accordo. Come fare in questi casi? Una soluzione possibile è inviare l’accordo al tuo inquilino via posta elettronica certificata (PEC).

L’invio dell’accordo via PEC però non è sufficiente ad evitare il fastidio di un accertamento.

In ultima analisi la registrazione conviene, anche perché non è soggetta né all’imposta di bollo, né all’imposta di registrazione.

Vuoi scaricare la versione compilabile?

SCARICA I MODELLI IN FORMATO PDF E DOC




Come Si Effettua la Registrazione?

Per registrare l’accordo di riduzione è sufficiente recarsi presso l’Agenzia delle Entrate, presentando il Modello 69 – che trovi qui – e l’accordo in duplice copia.

In caso tu scelga di ridurre il canone di locazione ricorda che:

  • devi necessariamente stipulare un accordo in forma di scrittura privata
  • non è obbligatorio registrare l’accordo di riduzione del canone, ma la registrazione può esserti utile ai fini fiscali, e per evitare accertamenti
  • per la registrazione dell’accordo di riduzione l’imposta di bollo e l’imposta di registro non sono dovute
  • il contratto originario continua ad essere valido, e la sua durata non è modificata

Stanco di dovertene occupare in prima persona? Visita il nostro sito


SCRITTURA PRIVATA DI RIDUZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE

Fac-simile da modificare, compilare, e stampare

Mediante la seguente scrittura privata, valida a tutti gli effetti di legge

Il Signor (inserire il nome ed il cognome del locatore), nato a (inserire il luogo di nascita), il (inserire la data di nascita), e residente a (Comune di residenza) in Via, Codice Fiscale (numero di C.F.) in qualità di locatore

ed il Signor (inserire il nome ed il cognome del locatore), nato a (inserire il luogo di nascita), il (inserire la data di nascita), e residente a (Comune di residenza) in Via, Codice Fiscale (numero di C.F.) in qualità di conduttore

CONVENGONO QUANTO SEGUE

In riferimento al contratto di locazione stipulato in data (data della stipula del contratto) e registrato presso l’ufficio di (ufficio di registrazione) dell’Agenzia delle Entrate, in data (data di registrazione), alla serie (dati di registrazione)

a decorrere da (giorno, mese, anno) il canone di locazione sarà ridotto da Euro (importo) a Euro (importo) annui.

Il conduttore si impegna a corrispondere il canone annuo in rate mensili anticipate di Euro (importo).

La presente scrittura privata non costituisce novazione contrattuale, pertanto tutte le restanti

pattuizioni presenti nel contratto originario restano valide.

Luogo, data

Il Locatore

Il Conduttore

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (12 votes, average: 4,25 out of 5)
Loading...

Vuoi scaricare la versione compilabile?

SCARICA I MODELLI IN FORMATO PDF E DOC




Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sappiamo che stai leggendo con interesse questo articolo

Scarica la guida sui contratti di locazione! Ti aiuterà per evitare di incorrere in errori che potrebbero costarti tempo e denaro.​

Non lo faremmo se non fosse così importante!
Visto che sei così interessato a questi argomenti puoi scaricare ora la nostra guida gratuita sui contratti di locazione.

Ti aiuterà per evitare di incorrere in errori che potrebbero costarti tempo e denaro.

Compila il form qui sotto e ricevi immediatamente la guida!
(ricevi in più gratuitamente i modelli di contratti fac-simile da stampare e compilare, poi potrai riprendere a leggere questo articolo!)

Se hai trovato interessante questo articolo prima di andartene puoi scaricare la nostra guida gratuita sulle locazioni!

Cosa troverai nella guida?

  • Elenco dei contratti stipulabili e delle formule e procedure di attuamento
  • Approfondimento giuridico su norme e articoli utili per essere informati su “oneri e onori” del proprietario di casa
  • Modelli e contratti fac simile da stampare e compilare