IMU e TASI

La TARI a Milano 2019: Piccola Guida

26.8Kviews

Chi paga la TARI a Milano? Quando si paga la TARI a Milano, e chi deve pagarla? Il 2019 è appena iniziato, ma già siamo in odor di pagamenti, e la TARI non è un’eccezione. In questa mini-guida ti spieghiamo tutto ciò che devi sapere su:

  1. Chi deve pagare la TARI a Milano
  2. Chi è escluso dal pagamento della tassa sui rifiuti
  3. Quali sono le riduzioni e le agevolazioni tariffarie
  4. Come ha luogo il calcolo della TARI a Milano
  5. Come si presenta la dichiarazione per il pagamento della tassa sui rifiuti
  6. Quali sono le scadenze della tassa sui rifiuti a Milano
  7. Come si Paga la TARI a Milano
  8. Quali sono i principali riferimenti normativi

Chi Paga la Tassa Sui Rifiuti a Milano

TARI è l’abbreviazione di Tassa sui Rifiuti. Si tratta di una tassa che va obbligatoriamente versata da:

  1. il proprietario di un locale o di un’area scoperta situata nel territorio del Comune di Milano;
  2. chi ha affittato un locale o un’area scoperta a Milano, con qualsiasi tipo di contratto (a canone concordato, transitorio, ecc.) di durata superiore a 6 mesi
  3. chi detiene un locale o un’area scoperta a titolo di usufrutto, o anche di superficie

Il presupposto della TARI è che chiunque usi un immobile produca rifiuti. Quindi, la tipologia contrattuale esistente non è importante ai fini del pagamento della TARI. L’importante è che qualsiasi locale, ma anche qualsiasi area scoperta – come un cortile condominiale ad esempio, sia effettivamente utilizzata.

Per comprendere se un appartamento o un’area scoperta è utilizzata, la “spia” (nel senso positivo del termine, intendiamoci!) utilizzata dal Comune di Milano è l’attivazione anche di uno solo dei seguenti servizi:

  • erogazione di acqua, energia elettrica, calore, gas
  • utenze telefoniche, o di internet

Chi è Esente dalla TARI a Milano

Il Comune di Milano ha adottato una politica molto restrittiva sull’esenzione dal pagamento della tassa sui rifiuti. E’ esente dal pagamento solo chi:

  • è nullatenente, o vive una situazione di gravissimo disagio economico
  • riceve in maniera permanente assistenza sociale dal Comune di Milano

Ma non temere: per tutti gli altri, esistono delle riduzioni e delle agevolazioni sul pagamento della tassa sulla spazzatura a Milano.

La TARI a Milano: riduzioni e agevolazioni fiscali

Il Comune di Milano prevede due tipi di riduzioni fiscali sul pagamento della tassa sulla spazzatura. Alcune di queste agevolazioni sono applicate d’ufficio, mentre per le altre è necessario presentare una dichiarazione.

Le Riduzioni Tariffarie sulla TARI  Applicate d’Ufficio a Milano

  1. Hai diritto ad uno sconto del 25% sulla TARI se abiti in un appartamento più piccolo di 120 metri quadri, ed il tuo nucleo familiare è composto da un minimo di 4 persone, oppure
  2. se il tuo nucleo familiare è composto da sole due persone, ed una di esse ha più di 75 anni, oppure
  3. se il tuo nucleo familiare è composto da un adulto e da due minorenni, o da un adulto ed un minorenne, che vivono in un appartamento più piccolo di 80 metri quadri

Puoi godere di uno sconto del 30% sulla TARI a Milano se la tua abitazione è usata in modo stagionale, per meno di 183 giorni in un anno solare.

Il Calcolo della TARI a Milano

A Milano, come anche in altri comuni d’Italia, la TARI  è composta da:

  • una tariffa fissa
  • una tariffa variabile

La parte fissa della tassa sui rifiuti si calcola in base alla superficie calpestabile dell’alloggio, moltiplicando il numero di metri quadri dell’appartamento per una tariffa fissa unitaria. La parte variabile della tariffa è ricavata in base al numero di persone che abitano l’alloggio.

A questo punto, forse ti starai chiedendo come mai il calcolo della TARI sia così complicato. L’idea di base dietro la composizione della TARI è semplice.

Più persone abitano in un appartamento, e più l’appartamento è grande, più rifiuti vengono prodotti. Per questo motivo, la tariffa fissa è data dalle dimensioni dell’appartamento. Poiché se l’appartamento è occupato da una sola persona, questa produrrà una quantità di rifiuti limitata. Se invece nello stesso appartamento vivono due, tre o anche quattro persone, i rifiuti prodotti – e quindi da ritirare e da smaltire – saranno molti di più.

Come Si Presenta la Dichiarazione per il Pagamento della Tassa Sui Rifiuti

Presentare la dichiarazione per il pagamento della TARI a Milano è semplicissimo:

  • entro 90 giorni dopo devi presentare la “Dichiarazione di Nuova Occupazione o Detenzione di Locali o Aree”. Puoi scaricare il modello di dichiarazione da internet, disponibile sul sito del Comune di Milano a questo collegamento
  • ricorda di indicare i dati catastali dell’immobile ed i dati personali di chiunque abiti nell’appartamento – in caso di omissione di queste informazioni rischi una sanzione variabile dai 100 ai 400 Euro
  • dopo aver compilato la dichiarazione, puoi inviarla online, visitando la sezione Servizi Online del sito del Comune di Milano, o presentarla di persona agli sportelli dell’Area Finanze ed Oneri Tributari

Altre modalità di invio della dichiarazione sono;

  • via posta ordinaria. L’indirizzo di riferimento è:
    Area Finanze e Oneri Tributari
    Via Silvio Pellico 16 – 20121 Milano
  • via posta elettronica, a [email protected] 
    In questo caso è importantissimo indicare le seguenti informazioni nell’oggetto del messaggio:
    – TARI Dichiarazione
    – l’anno per cui dichiari il tributo
    – il tuo codice fiscale
    – il tuo nome e cognome

Ogni giorno il Comune di Milano riceve centinaia di email da persone che presentano la dichiarazione TARI, e quindi, se non fornisci le informazioni più importanti nell’oggetto del messaggio, per chi riceve l’email è difficile capire chi sta dichiarando cosa, e tenere traccia delle dichiarazioni.

Le Scadenze per il Pagamento della Tassa sui Rifiuti a Milano

Il Comune di Milano non ha ancora annunciato le scadenze per il pagamento della TARI 2019. Fin quando le scadenze TARI 2019 non saranno annunciate, resteranno valide le scadenze previste in precedenza.

Dopo aver presentato la dichiarazione al Comune di Milano, riceverai un avviso di pagamento, con l’indicazione dell’importo della TARI 2019. Dopo aver ricevuto l’avviso, potrai scegliere se pagare la tassa in un’unica soluzione oppure in due rate.

Se scegli di pagare in due rate, le scadenze da ricordare sono:

  • il 31 luglio per il pagamento della prima rata
  • il 31 ottobre per la seconda rata

Se invece scegli di versare la TARI in un’unica soluzione, la scadenza da ricordare è il 30 settembre.

La scadenza per il saldo di un eventuale avviso di conguaglio è di 60 giorni dalla ricezione dell’avviso via posta.

Come Si Paga La TARI a Milano

Quando ricevi l’avviso di pagamento della TARI a Milano, noterai come l’avviso contiene un codice numerico, un codice a barre, ed un codice QR. Tutti questi codici ti consentiranno di effettuare comodamente il pagamento sia mediante internet banking, che al supermercato, presso qualsiasi bancomat, o anche dal tabaccaio.

Milano_TARI_2018

In alternativa, e per una comodità davvero massima, puoi scegliere di attivare l’addebito automatico della TARI sul tuo conto corrente bancario.

I Riferimenti Normativi Sulla TARI

Se sei interessato ad informazioni molto pratiche sulla TARI a Milano, speriamo che questa mini-guida ti sia stata utile. Se vuoi approfondire la materia, soprattutto dal lato tecnico, di seguito ti segnaliamo i due principali riferimenti normativi sulla tassa sui rifiuti a Milano:

Per informazioni più dettagliate sulla normativa emessa dopo il 2014 puoi consultare il sito internet del Comune di Milano, dove troverai tutti i regolamenti comunali.

Se invece sai già tutto sulla TARI a Milano, e stai cercando informazioni utili su IMU e TASI a Milano, ti consigliamo di leggere questo articolo.

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.