Home | News | Bonus Casa 2020: la guida completa e i consigli per chi ha casa a Milano
News

Bonus Casa 2020: la guida completa e i consigli per chi ha casa a Milano

June 25|9 views
Armando CastaldoArmando Castaldo

Da tempo rimandi i lavori di ristrutturazione della tua casa? Hai bisogno di qualche linea guida in più per la tua casa a Milano? Il momento migliore per risparmiare sui costi di ristrutturazione è arrivato e ti aiutiamo a capire noi come fare!

Scopri tutti gli incentivi ristrutturazione del bonus casa 2020 riconfermati e introdotti dal Decreto Rilancio per lavori che saranno svolti tra il 01 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 in tutta Italia, con alcune indicazioni specifiche per te che hai una casa da ristrutturare a Milano.

Bonus casa 2020 come funziona e come richiederlo

Con il Decreto Rilancio del 13 maggio 2020, sono stati confermati i bonus vigenti per la ristrutturazione degli esterni e degli interni delle case (50% sulle ristrutturazioni edilizie, 50% di bonus mobili e 36% di bonus verde) con la novità principale di ecobonus e sismabonus saliti al 110% e la possibilità di sostituire la detrazione con uno sconto immediato in fattura o la cessione di credito per tutti i tipi di interventi.

H3: Bonus ristrutturazione 2020

Scopriamo nel dettaglio cosa prevedono i vari incentivi ristrutturazione casa previsti nel Bonus Casa 2020 e come ottenerli per la tua casa a Milano!

Il Decreto Rilancio ha previsto la proroga degli incentivi ristrutturazione casa per lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia svolti tra giugno 2012 e la fine del 2020. In particolare, potrai ottenere una detrazione Irpef del 50% per un importo massimo di 96.000€, uno sconto in fattura o la cessione del credito.

Come ottenere il Bonus ristrutturazione

Tutti i contribuenti assoggettati dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno in Italia, possono beneficiare della detrazione. Il soggetto può essere il proprietario dell’immobile oppure il titolare di diritti di godimento sull’immobile stesso, inclusi Il detentore o il familiare convivente del possessore nel caso in cui sostenga le spese dei lavori.

Per ottenere il bonus ristrutturazione dovrai trasmettere la scheda descrittiva dell’intervento tramite il portale web dell’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori. La scheda descrittiva potrà essere redatta solo da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito iscritto al proprio albo professionale).

I pagamenti devono essere effettuati tramite bonifico bancario o postale. Puoi effettuare il pagamento anche con carta di credito, intestata al titolare, ma non con assegni o contanti. E’ necessario poi conservare i documenti che attestino il pagamento.

Bonus Casa per Facciate

Per lavori di recupero, rifacimento, ripulitura o tinteggiatura delle facciate di immobili di qualsiasi categoria catastale situati nelle zone A e B riconosciute dal DD 1741/2020 (nel caso specifico di Milano, rifacendosi alla legge di Bilancio e al DM 1444/68 nazionali) potrai ricevere una detrazione dall’imposta lorda fino al 90% delle spese documentate e sostenute per l’anno in corso, ripartita in dieci quote annuali di pari importo sul 2020 e gli anni successivi. Con il Decreto rilancio è anche prevista la possibilità di optare per uno sconto in fattura o la cessione del credito in alternativa alla detrazione.

Scopri la mappa delle zone A e B a Milano

NB: Sono esclusi dal beneficio gli interventi sulle superfici confinanti con chiostrine, cavedi, cortili e spazi interni non visibili dalla strada o da suolo ad uso pubblico.

Come ottenere il bonus facciate 2020?

Per ottenere il il bonus facciate 2020 dovrai trasmettere la scheda descrittiva dell’intervento tramite il portale web dell’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori. La scheda descrittiva potrà essere redatta solo da un tecnico abilitato (ingegnere, architetto, geometra o perito iscritto al proprio albo professionale).

Bonus Casa per Mobili ed Elettrodomestici

Per l’acquisto di mobili nuovi quali letti, armadi, sedie, divani… (esclusi porte, pavimentazioni e tende) e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (per i forni basta la classe A) è prevista una detrazione del 50% per una spesa complessiva sostenuta massima di 10.000 euro, detraibili in 10 quote annuali di pari importo.

Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto più volte al beneficio.

Come ottenere il bonus per mobili ed elettrodomestici

Per poter usufruire del bonus per mobili ed elettrodomestici, è necessario che l’acquisto degli stessi sia finalizzato al recupero della casa. Per questa ragione, solo chi ha usufruito del bonus ristrutturazione per la casa cui sono destinati i nuovi arredi, può richiedere anche il bonus mobili ed elettrodomestici (per ristrutturazioni svolte dal 1 gennaio 2019). I pagamenti dovranno essere effettuati con bonifico o carta di debito o credito e non sono ammessi pagamenti con assegni o contanti. La data di inizio lavori deve essere anteriore a quella in cui hai sostenuto le spese per i mobili. Il pagamento della ristrutturazione invece può anche avvenire successivamente.

Bonus Verde 2020

Il Bonus Verde prevede una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2020 per la sistemazione a verde di aree scoperte e la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili (anche per le parti comuni del condominio). Danno diritto all’agevolazione anche le spese di progettazione e manutenzione se connesse all’esecuzione di questi interventi.

La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. Il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto più volte al beneficio.

H4: Come ottenere il bonus verde 2020

Per ottenere la detrazione, le spese sostenute dovranno essere pagate tramite bonifico, assegno, carta di credito o bancomat. L’acquisto è agevolato solo se rientra in un intervento di sistemazione a verde ex novo o di radicale rinnovamento, quindi interventi di natura straordinaria.

Ecobonus 2020 e SismaBonus 2020

La maggiore novità introdotta dal Decreto Rilancio è il potenziamento di Ecobonus e Sismabonus, che permetterà di usufruire di una detrazione d’imposta del 110% (da dividere in cinque quote annuali di pari importo) su spese sostenute dall’1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021. La detrazione potrà anche essere ceduta all’impresa che esegue i lavori (ottenendo uno sconto in fattura) o agli istituti di credito, richiedendo il visto di conformità sulla documentazione dell’intervento.

In particolare, l’obiettivo è quello di favorire una crescita sostenibile del Paese, favorendo interventi di efficientamento energetico e adeguamento antisismico delle abitazioni.

Rientrano nel super bonus:

  • Gli interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per il riscaldamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione.
  • sanitaria a condensazione.
  • Gli interventi su edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti per il riscaldamento a pompa di calore.
  • Se eseguiti congiuntamente a quelli fin qui elencati, si potrà beneficiare della detrazione al 110% anche per i normali interventi di efficientamento energetico (L’installazione di impianti fotovoltaicie di relativi sistemi di accumulo integrati, l’installazione di colonnine di ricarica dei veicoli elettrici).

 In più, troviamo anche i seguenti bonus:

  • Bonus caldaia: la detrazione variabile da 0% a 50% e 65% in base al tipo di prestazioni della caldaia scelta.
  • Bonus tende anti-insetto e zanzariere: detrazione del 50% se con dotazione di schermature solari.
  • Bonus tende da interni e bonus tende da sole: detrazione IRPEF del 50%.
  • Bonus infissi e finestre: detrazione pari al 50% agevolabile sia con il bonus ristrutturazioni che con l’Ecobonus.

Per il Sismabonus, viene introdotta la possibilità di usufruirne non solo nelle zone sismiche 1 e 2, ma anche nella zona 3, oltre ad una detrazione al 90% per l’acquisto della polizza assicurativa anticalamità se acquistata insieme all’intervento antisismico.

Come ottenere Ecobonus 2020 e Sismabonus 2020

Per poter usufruire dell’Ecobonus occorre rispettare il vincolo del miglioramento di due classi energetiche dell’edificio (se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’Ape).

Per poter ottenere il credito o lo sconto in fattura, servirà l’asseverazione da parte dei tecnici del rispetto dei requisiti e della congruità delle spese rispetto all’intervento. Una copia dell’asseverazione andrà inviata per via telematica all’Enea.

Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più

Previsioni dell’andamento immobiliare post Covid a MilanoLeggi l'articolo
Bonus Casa 2020: Cosa Devi Sapere sul Decreto RilancioLeggi l'articolo
Potrebbero anche interessarti
  • July 346 views

    Previsioni dell’andamento immobiliare post Covid a Milano

    Con il picco della pandemia ormai alle spalle, molti proprietari di casa a Milano si stanno chiedendo quale sarà l’andamento immobiliare post Covid. Eccoti un’analisi sullo scenario appena passato, presente e futuro del mercato, per capire come orientarsi in un mercato in decisa trasformazione. Lo stop del mercato immobiliare Il mercato immobiliare 2020 è stato […]
    Miriam PeraniMiriam Perani
  • June 2075 views

    Bonus Casa 2020: Cosa Devi Sapere sul Decreto Rilancio

    Hai sentito parlare di bonus per la casa rilasciati nel 2020 dal cosiddetto Decreto di Rilancio ma non sai in cosa consiste? Il Governo ha stabilito dei superbonus pari al 110% per tutti quegli interventi edilizi che comprendano il miglioramento energetico (ecobonus) e la riduzione della pericolosità sismica (sisma bonus). Ma come si richiede? In […]
    Armando CastaldoArmando Castaldo
  • December 24, 2019434 views

    Compravendita di Immobile con Abuso Edilizio: L’esperto risponde

    A cura dell’Avv. Maurizio Tarantino Cosa succede se si acquista una casa con un abuso edilizio e lo si scopre dopo la firma del compromesso o del rogito notarile? La vendita è valida o nulla? Quali tutele per l’acquirente? Questione. Può accadere che chi ha acquistato un fabbricato venga a conoscenza, solo in un secondo […]
    nicola menassinicola menassi