Home | Sfratto per Morosità | Lo Sfratto Per Finita Locazione: Procedimento + Modello FAC Simile
Sfratto per Morosità

Lo Sfratto Per Finita Locazione: Procedimento + Modello FAC Simile

May 30, 2018|9333 views
nicola menassinicola menassi

La morosità non è il solo rischio che i proprietari di casa si ritrovano ad affrontare. A volte, può capitare che l’inquilino al termine del contratto di locazione rifiuti di lasciare l’appartamento. In questo caso, è necessario attivare una procedura di sfratto per finita locazione. Si tratta di un provvedimento speciale, e tutte le regole su questo provvedimento sono contenute nel codice di procedura civile. Se sei curioso, puoi dare un’occhiata all’articolo 657, ed agli articoli seguenti.

Ma vediamo, in modo semplice, cosa è uno sfratto per finita locazione. Alla fine di questo post trovi anche il fac-simile del modulo di intimazione a lasciare libero l’immobile, ed a comparire in giudizio per la convalida dello sfratto.

Lo Sfratto per Finita Locazione: Le Fasi del Procedimento

Immaginiamo che il contratto di locazione sia scaduto, e che il tuo inquilino continui ad occupare l’appartamento. I passi da intraprendere per rientrare in possesso dell’appartamento sono i seguenti:

1. L’intimazione di lasciare libero l’immobile, e la citazione da parte del tribunale

Per compiere questo passo, dovrai necessariamente rivolgerti ad un avvocato, e poi effettuare la citazione dinanzi al tribunale della città dove si trova il tuo appartamento. Il giudice, a questo punto, avvertirà il tuo inquilino di comparire in tribunale, oppure ad opporsi alla citazione. Se il tuo inquilino non si presenta in tribunale, o non si oppone alla citazione, il giudice convaliderà lo sfratto.

2. Dopo la notifica all’inquilino, dovrai attendere almeno 20 giorni

Tranne il caso in cui il giudice decida di ridurre i termini, sarà necessario attendere 20 giorni prima che tu ed il tuo inquilino possiate comparire davanti al giudice

3. L’Udienza di Convalida

Durante l’udienza di convalida, se il tuo inquilino non compare, oppure se non fa opposizione, di norma il giudice convalida lo sfratto. Lo sfratto diventa esecutivo dopo 30 giorni dal provvedimento di convalida. Questo significa che se l’inquilino non provvederà a liberare l’appartamento entro un mese, interverrà l’ufficiale giudiziario.

In genere questa procedura si risolve in qualche mese. Esistono però alcune eccezioni, che possono potenzialmente allungarne i tempi. Vediamo quali:

  • se l’inquilino propone opposizione, ed è in grado di provare l’esistenza di gravi motivi che giustificano la permanenza nell’appartamento, o anche di produrre prove scritte, il giudice apre un procedimento di ricognizione, per verificare l’effettiva sussistenza dei gravi motivi;
  • se l’inquilino propone opposizione, ma non ha prove scritte, e non sussistono gravi motivi, il giudice ordina il rilascio dell’appartamento;
  • l’inquilino può porre opposizione anche dopo la convalida dello sfratto, ed anche se non si è presentato in giudizio. L’opposizione può essere mossa solo a patto di non aver ricevuto una comunicazione tempestiva dell’irregolarità, oppure di aver ricevuto una notifica irregolare, o anche per causa di forza maggiore. Si tratta comunque di un rischio abbastanza raro, che il tuo avvocato sicuramente saprà come evitare.

Desideri che un esperto ti supporti nella gestione di questa situazione? Visita il sito

Il Fac-Simile del Modello di Sfratto per Finita Locazione

Come ti avevamo promesso all’inizio di questo post, ecco il modello di sfratto per finita locazione. Di solito, tutti i fac-simile ed i modelli che trovi sul blog di Gromia sono pensati per essere usati da te. Puoi scaricarli, modificarli, e compilarli.

Questo modello, invece, è diverso. Si tratta di un modello che può essere usato solo ed esclusivamente dagli avvocati. Te lo proponiamo su questo blog a titolo di informazione, per illustrarti in cosa consiste un’intimazione di sfratto.

Ti ricordiamo anche che i privati cittadini non possono sostituirsi alla giustizia, quindi questo modulo non va usato mai da te. Se il tuo inquilino al termine del contratto di locazione non lascia l’appartamento, tu non puoi farti giustizia da solo, ma devi ricorrere ad un avvocato, e quindi a un giudice. Il tuo avvocato compilerà un modulo simile a quello che trovi qui sotto. Il giudice, ricevuto il modulo, provvederà poi a convalidare lo sfratto, ed ordinare la restituzione del tuo appartamento.


TRIBUNALE ORDINARIO DI

INTIMAZIONE DI SFRATTO PER FINITA LOCAZIONE E

CONTESTUALE CITAZIONE PER LA CONVALIDA

_______________________, in persona del legale rappresentante pro tempore ,__________ ( n a t o a__________, i l _________ , C . F. :__________________, r e s i d e n t e i n______________( _____________) , Via__________________ CAP:_____, rappresentato e difeso nel presente giudizio, giusta procura a margine del presente atto, dall’Avv._________ (C.F.: ___________) presso il cui studio in_____, Via____________(CAP:______) è elettivamente domiciliato; il quale inoltre dichiara insieme al suo difensore di voler ricevere le comunicazioni e le notifiche relative alla presente procedura a mezzo fax al seguente n. _________, oppure a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: _____________________________________

Intimante/Attore

CONTRO

nato a____, il___/___/___, C.F.:__________________, residente in_______(___), Via__________________  CAP:_____), in persona del legale rappresentante pro tempore, ________________con sede in _____ (____),

Intimato/Convenuto

PREMESSO

1) Che ______________ è titolare dell’immobile sito in ____ (_______),Via

________________, n. ______ identificato al N.C.E.U. del Comune di ________ foglio ________ part. ________ sub. ______ in forza dell’atto di ______________ ;

2) Che, con contratto sottoscritto in data __________, registrato presso l’Agenzia delle Entrate di _____ al n. _____ serie ______, l’istante ha concesso in locazione, ad uso abitativo, a __________ il predetto immobile per la durata di ______ anni a partire da__________ a ______________;

3) Che con raccomandata a.r. del___________, il locatore ha comunicato formale e tempestiva disdetta del contratto per la scadenza naturale del_____evitando così il suo rinnovo;

4) Che a scadenza maturata il conduttore non ha rilasciato l’immobile de quo;

5) Che nonostante i ripetuti solleciti, il conduttore non ha provveduto al rilascio dell’immobile;

6) Che è, infine, interesse attuale dell’istante ottenere il rilascio del suddetto

immobile;

Tutto ciò premesso, considerato e ritenuto, ___________________come sopra rappresentato, difeso e domiciliato


INTIMA

a__________ _nato/a a____, il___/___/___, C.F.:__________________,

residente in_______(___), Via__________________  CAP:_____, in persona del legale

rappresentante pro tempore, ________________con sede in _____ (____),

_____________ (CAP: __________) lo sfratto per finita locazione dell’immobile sito in _____ (____), Via ______________ n._____, ai sensi degli artt. 657 e 660 c.p.c., con invito a rilasciarlo immediatamente, libero di persone e vuoto di cose, nella piena

disponibilità dell’istante e, nel contempo,

CITA

__________ nato/a a____, il___/___/___, C.F.:__________________,

residente in_______(___), Via__________________ CAP:_____, in persona del legale

rappresentante pro tempore, ________________con sede in _____ (____),

_____________ (CAP: __________)  a comparire dinanzi il Tribunale Civile di _________, nella sua nota sede di _____, Via_________n.____ (CAP: ____), Sezione e Giudice designandi,all’udienza del giorno __________, ore di rito, con invito a costituirsi nei modi e nei termini di legge, per sentir convalidare, in sua presenza o assenza, l’intimato sfratto per finita locazione con fissazione a breve della data di esecuzione dello sfratto.

Con l’ulteriore invito a comparire all’udienza indicata e con l’espresso avvertimento che se non comparisce o, comparendo, non si oppone, il Giudice convaliderà l’intimato sfratto per finita locazione ai sensi dell’art. 663 c.p.c..

In caso di opposizione si chiede, sin da ora, ordinanza non impugnabile di rilascio, provvisoriamente esecutiva ai sensi dell’art. 665 c.p.c., con contestuale fissazione a breve della data di esecuzione del provvedimento di rilascio e, per l’effetto, si chiede di disporre il mutamento del rito ai sensi del combinato disposto degli artt. 667 e 426 c.p.c., per il prosieguo del giudizio nelle forme del rito speciale, concedendo termine per il deposito

di memorie integrative.

Con riserva di proporre separato giudizio per gli eventuali danni riscontrati al momento del rilascio del bene locato, ai sensi dell’art. 1590 c.c., e per quelli derivanti dalla ritardata restituzione dell’immobile ex art. 1591 c.c..

Con vittoria di spese e compensi di giudizio oltre IVA e CPA come per legge.

Ai sensi dell’art. 14 del D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 si dichiara che il valore del presente procedimento è pari ad Euro _______e quindi va versato, trattandosi di intimazione di sfratto per finita locazione, un contributo unificato dimezzato pari ad Euro _________.

Con osservanza, si produce la seguente documentazione:

1) Copia rogito del ______;

2) Copia contratto di locazione del_________;

3) Copia disdetta del_____________;

4) Copia sollecito di pagamento.

______, lì ___________

(Avv.______________)

RELATA DI NOTIFICA

Nell’interesse di____________, e ad istanza del suo procuratore Avv. ________________, Io sottoscritto Ufficiale Giudiziario addetto all’Ufficio Unico Notifiche presso _____________ ho notificato copia del suesteso atto di intimazione di sfratto per finita locazione e contestuale citazione per la convalida a______________ residente in_______(___), Via__________________ (CAP:_____)

 

Desideri che un esperto ti supporti nella gestione di questa situazione? Visita il sito

Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più

Verbale Di Riconsegna dell’Immobile per l’Inquilino Moroso: FAC SimileLeggi l'articolo
3 Soluzioni da Attuare se l’Inquilino Senza Contratto non Paga L’AffittoLeggi l'articolo
Potrebbero anche interessarti
  • August 4, 20185291 views

    Mini-Guida Definitiva al Termine di Grazia

    Il termine di grazia è un istituto importantissimo per chi, suo malgrado, si ritrova ad essere moroso. Capire bene cosa è il termine di grazia e come funziona può aiutarti a sanare la tua posizione, ed evitare lo sfratto esecutivo. Se vuoi capire come puoi rimediare alla tua morosità e richiedere il termine di grazia, […]
  • July 28, 201815434 views

    Il Fac-Simile all’Opposizione allo Sfratto per Morosità: il Termine di Grazia

    In questo post ti presentiamo il modulo per l’opposizione allo sfratto per morosità e per il termine di grazia. Il modulo è utile per aiutarti a capire meglio come funziona la procedura di sfratto in pratica, e cosa puoi fare per ottenere una “proroga” dal giudice. Ricorda che questo modulo non ha alcun valore legale. […]
  • July 25, 20189275 views

    Sfratto per Morosità: La Mediazione è Obbligatoria?

    In questo articolo affrontiamo un argomento su cui tanti dei nostri lettori si pongono domande: in un procedimento di sfratto per morosità la mediazione è obbligatoria, oppure è possibile trascinare l’inquilino davanti al giudice fin dal primo momento? Ti diciamo da subito che la risposta a questa domanda è sì. La mediazione è obbligatoria in […]