Tasse su Affitto

Canone Rai, cosa cambierà dal 2016?

canone tv pagamenti
502views

Dall’anno 2016 sono state introdotte delle importanti novità sulle modalità di pagamento del canone Rai: si è passati, infatti, dal pagamento tramite bollettino all’addebito diretto in bolletta. In seguito trovi tutte le novità.

Le nuove modalità di pagamento dal 2016 per il canone Rai

Le nuove modifiche sul canone Rai degli italiani, rientrano in un processo di riforma avviato dal Governo per garantire il pagamento della tassa sulla televisione da parte di tutti coloro che usufruiscono del servizio pubblico e prevedono la sostituzione del classico bollettino prestampato con l’addebito diretto in bolletta. Ad oggi, una delle ultime proposte sulle nuove modalità di pagamento del 2016 sul canone Rai, prevede una ripartizione del costo totale della tassa sulla televisione in 5 rate da 20 euro da pagare sulla bollette dell’energia elettrica.

Il motivo di questa importante modifica, è stata motivata soprattutto dalla presenza di un’alta evasione sul pagamento in Italia e per prevedere un pagamento più equilibrato tra tutti gli Italiani, con la ripartizione del canone di 100 euro in 5 rate bimestrali.

canone tv pagamenti

Non sarà più necessario dal 2016, provvedere al pagamento dell’intero canone in un’unica soluzione del bollettino precompilato e intestato all’Agenzia delle Entrate, ma il tutto sarà inserito in modo automatico nella propria bolletta elettrica, salvo la presentazione di un apposito modulo per richiedere la relativa esenzione laddove non sia presente nel proprio domicilio un apparecchio tv o non si disponga di apparecchi di ultima generazione come smartphone o tablet per la visione dei canali Rai.

Chi è obbligato al pagamento del canone Rai dal prossimo 2016?

Per il pagamento della tassa sul servizio pubblico televisivo, è tuttavia importante verificare come saranno addebitate nelle prime bollette del 2016 e con una particolare attenzione sulla voce di spesa specifica riferita al canone Rai. Inoltre rispetto al passato, non si prevede l’obbligo del pagamento della tassa solo nel caso di possesso di una televisione, ma anche nel caso di dispositivi portatili come Tablet o Smartphone che permettono la visione dei canali Rai.

Rispetto ai soggetti obbligati al pagamento, invece, le nuove modifiche in atto al livello normativo, prevedono che il tutto sia a carico dei titolari delle utente domestiche nella relativa residenza anagrafica, ossia a carico di:

  • Proprietari residenti nell’immobile in cui è presente l’apparecchio tv.
  • Inquilini residenti nell’immobile in cui è presente l’apparecchio tv.
  • Esclusione del pagamento su immobili di tipo commerciale o industriale.

Chi può essere esentato dal pagamento del canone Rai dal prossimo 2016?

Il canone Rai sarà richiesto solo una volta all’anno, indipendentemente dal numero di televisioni o dispositivi portatili per la visione dei canali Rai presenti in uno stesso nucleo familiare. In pratica, laddove si possegga una seconda abitazione (di proprietà sempre del titolare delle utenze domestiche che non ha tra l’altro la residenza anagrafica nel suddetto immobile) non si è tenuti al pagamento di un ulteriore canone Rai, ma alla presentazione di un’autocertificazione in cui dichiarare tale situazione.

Altre esenzioni dal pagamento del canone Rai per il 2016, continuano ad essere in relazione a:

  • Presenza di specifici requisiti anagrafici e reddituali, ossia per coloro che hanno almeno 75 anni d’età e reddito annuo non superiore a 6713.98 euro.
  • Seconde case di proprietà, laddove non si tratta di abitazioni principali per la residenza del nucleo familiare.
  • Case di proprietà date in affitto a terzi con l’utenza intestata al proprietario e uso esclusivo della tv solo da parte degli inquilini.

Rispetto alla ripartizione delle spese di affitto tra proprietari e inquilini di un immobile, valgono quindi principalmente le regole sull’intestazione dell’utenza elettrica e sull’effettivo utilizzo esclusivo da parte di una delle due parti. Nelle spese condominiali tra proprietari o inquilini, infatti, è sempre importante considerare come ripartire le più comuni spese comuni e specifiche e inevitabilmente il canone Rai, rientra in tali dinamiche.

Conclusione:

  • Dal 2016 il canone Rai non dovrà essere più pagato mediante bollettino prestampato e inviato all’Agenzia delle Entrate, ma sarà addebitato direttamente sulla bolletta dell’energia elettrica.
  • Ad oggi si prevede il pagamento di una somma di 100 euro per il canone rai, addebitata in 5 rate bimestrali da 20 nelle bollette di energia elettrica per i titolari delle utente (proprietari o inquilini dell’immobile).
  • L’obbligo al pagamento del canone Rai 2016 è a carico del titolare dell’utenza domestica nella relativa residenza anagrafica e per un solo nucleo familiare. Inoltre è previsto sia nel caso di possesso di apparecchio tv e sia nel caso di apparecchi di ultima generazione come smartphone o tablet per la visione dei canali Rai.
  •  Previste importanti esenzioni sul pagamento del canone Rai 2016, laddove il titolare dell’utenza domestica possegga una seconda casa o nel caso di affitti a terzi ed uso esclusivo della tv da parte dei soli inquilini.
  • In presenza di specifici requisiti anagrafici e reddituali, ossia per coloro che hanno almeno 75 anni d’età e reddito annuo non superiore a 6713.98 euro, sarà possibile richiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai con la presentazione di un’autocertificazione sulla presenza dei suddetti requisiti.

E te cosa ne pensi delle nuove modifiche sul pagamento del canone Rai dal 2016? Preferivi le vecchie modalità di calcolo o ritieni valide le attuali proposte in materia?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

1 Comment

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iolanda Piccirillo
Sono una articolista con una forte passione per il mondo dell' economia, del web marketing e di tutto ciò che riguarda la cara e vecchia casa. Napoletana, classe 1985, in blog gromia per dare la sua voce e svelare news e curiosità sul mondo immobiliare.