pixel per articolo 181980
Home | Certificati | Come la classe energetica di un immobile influisce sul suo valore
Certificati

Come la classe energetica di un immobile influisce sul suo valore

10 marzo|1128 views
Miriam PeraniMiriam Perani
immagine hero di "Come la classe energetica di un immobile influisce sul suo valore"

Avrai sentito parlare molte volte della classe energetica riferita agli immobili. In questo articolo vogliamo approfondire come la classe energetica influisca sul valore dell’immobile stesso.

Dopo averti ricordato brevemente come funzionino le classi energetiche, ci dedicheremo più approfonditamente all’influenza di questo parametro sul valore delle abitazioni e degli immobili in generale. Parleremo di prezzi, ristrutturazioni e impatto ambientale degli edifici. Iniziamo però dal ricordare cosa sia la classe energetica.

Cos’è la classe energetica

La classe energetica di un edificio è un parametro che viene assegnato in base alla valutazione di diversi fattori e che includono ad esempio l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile, le caratteristiche e la qualità degli infissi, i materiali utilizzati per la costruzione e in generale il suo isolamento.

Serve per determinare in maniera univoca quanta energia sia necessaria per l’utilizzo dell’edificio, comprendendo quindi riscaldamento, condizionamento, isolamento termico ed acustico.

Obbligatoria a partire dal 2005, la classe energetica è presente nell’APE, l’attestato di prestazione energetica. Non approfondiremo qui tutti i dettagli in merito a questa classificazione della quale potrai leggere altri approfondimenti sulle pagine di questo blog.

Ma come influisce questa classificazione sul valore finale di un edificio?

Classe energetica e valore dell’immobile

Che la classificazione energetica abbia un’influenza diretta sul valore dell’immobile è stato ampiamente dimostrato. Sulla base di alcuni studi è stato rilevato che, considerando ad esempio un bilocale di 65 metri quadri in una zona semi centrale di Firenze, il prezzo di un immobile in classe A è superiore del 29,18% rispetto allo stesso immobile classificato in classe C.

Un discorso analogo è possibile in praticamente tutte le città; considera che la differenza tra le due classi, sempre considerando lo stesso immobile dell’esempio sopra, è prossima al 20% sia a Roma sia Milano (rispettivamente +21,6% e +18,2%).

Pur con percentuali minori, la differenza è visibile anche confrontando un immobile di classe C con uno di classe G, cioè la classe energetica più bassa della scala attualmente in uso.

Anche in questo caso tieni presente che a parità di dimensioni, un immobile in classe C a Milano avrà un valore di quasi il 12% in più di uno equivalente per superficie e posizione ma in classe G.

Questi sono solo due esempi piuttosto generici, ma ti dovrebbero comunque far capire quanto la classe energetica possa costituire una differenza importante soprattutto per gli immobili più efficienti dal punto di vista energetico e cioè quindi quelli compresi tra la classe A4 e quella B.

Perché la classe energetica influisce sul prezzo?

Accertata la correlazione tra questi due parametri, ti starai probabilmente chiedendo perché la classe energetica sia così importante per il prezzo di un immobile.

Al di là dei dati, la classificazione è importante per un dato di fatto: chiunque acquisti un immobile ed un’abitazione in particolare, ha la certezza che scegliendone uno con maggiore efficienza, avrà la possibilità di contenere i costi che riguardano riscaldamento e il raffreddamento dell’abitazione.

Anche se tendenzialmente il prezzo di un immobile con classe energetica A potrebbe essere più elevato, questo prezzo superiore viene percepito come un investimento su un immobile di qualità maggiore.

Questa impressione è corrispondente al vero: va da sé che una casa con un consumo energetico minore sarà più semplice da gestire.

Classe G e ristrutturazioni

Un altro aspetto che devi considerare è relativo all’attribuzione della classe energetica; tieni infatti presente che quando viene effettuato un lavoro strutturale importante o una qualsiasi modifica che riguardi le fonti di riscaldamento, raffrescamento o l’isolamento, questo intervento influirà sulla classe energetica dell’edificio.

Ne consegue che un acquirente non sia di solito propenso ad acquistare una casa classificata nelle classi energetiche più dispendiose, proprio perché questo significa (oltre ovviamente al maggiore consumo di energia) che nessun intervento di riqualificazione importante è stato effettuato su quell’immobile. Di conseguenza è probabile che in futuro sia necessario mettere mano all’edificio con interventi sostanziali.

Classe energetica ed ecologia

Oltre al risparmio energetico in senso stretto di cui ti abbiamo parlato in precedenza, un altro aspetto importante per l’influenza della classe energetica sul valore dell’immobile e delle abitazioni riguarda l’aspetto della sostenibilità ed il rispetto dell’ambiente.

Queste tematiche, un tempo di interesse di una fascia di acquirenti piuttosto limitata, stanno sempre più prendendo piede non solo per quanto riguarda gli immobili a fini abitativi, ma anche per usi diversi, a partire da aziende e servizi.

In altre parole un immobile con classe energetica A diventa più appetibile per tutti coloro per i quali quelli della sostenibilità e dell’ecologia sono valori importanti nelle scelte aziendali o della vita di tutti i giorni, anche per gli immobili che richiedono una capacità di spesa più elevata.

Aumentare il valore di un immobile

Dopo quanto ti abbiamo detto nei paragrafi precedenti, ti starai chiedendo come sia possibile aumentare il valore di un immobile tramite il miglioramento della classe energetica.

Considera innanzitutto che una classe energetica superiore, come ti abbiamo dimostrato prima, di per sé aumenta il valore dell’immobile stesso. Per vendere casa o un altro tipo di immobile, ci sentiamo quindi di consigliarti tutti gli interventi possibili ai fini del miglioramento energetico stesso.

Considera che un aumento della classificazione energetica può essere effettuato anche con interventi non strutturali, come l’esempio già citato degli infissi o il cambio della caldaia con una a minore impatto ambientale.

Ti ricordiamo infine che la presenza di un APE aggiornato è necessaria qualora tu voglia vendere, ma anche acquistare, un immobile; la certificazione energetica è infatti uno dei documenti necessari per la compravendita.

 

Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più

E-mailWhatsAppFacebookLinkedinTwitterPinterest
Cosa serve per vendere casaLeggi l'articolo
Certificato di abitabilità: come ottenerlo?Leggi l'articolo
TrustPilot LogoEccellente 9,6 su 10
Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più
Potrebbero anche interessarti
  • 15 marzo259 views

    Cosa serve per vendere casa

    Cosa serve per vendere casa rapidamente è una delle domande che ci vengono poste più spesso quando incontriamo una persona che ha deciso di vendere un immobile. Abbiamo quindi pensato di dedicare questo post a tutto ciò che dovrai avere a disposizione per vendere la tua casa. Documenti e vendite sfumate Potrebbe apparirti insolito, ma […]
    Miriam PeraniMiriam Perani
  • 20 gennaio860 views

    Certificato di abitabilità: come ottenerlo?

    In questo post ti parleremo del certificato di abitabilità: scopriremo di cosa si tratta, le differenze rispetto al certificato di agibilità, ti spiegheremo come si ottiene, quanto costa e quali sono gli obblighi in merito. Concluderemo con il caso specifico dell’abitabilità per le case vecchie e prive di certificato. Iniziamo però dal capire meglio di […]
    Miriam PeraniMiriam Perani