pixel per articolo 181842
Home | Gestione Immobiliare | Cosa sono le agenzie del territorio
Gestione Immobiliare

Cosa sono le agenzie del territorio

12 febbraio|226 views
Vanessa GuerrieroVanessa Guerriero
immagine hero di "Cosa sono le agenzie del territorio"

Prima o poi, per la gestione dei tuoi immobili, ti sarà capitato o ti capiterà di doverti interfacciare con delle Agenzie del Territorio.

Per una compravendita immobiliare hai bisogno di una visura, una planimetria, una mappa catastale e di altre pratiche tecniche? Ci sono problemi relativi alla registrazione del tuo immobile? La tua rendita catastale è errata? Devi registrare un terreno? Hai svolto dei lavori di ristrutturazione del tuo immobile che ne hanno modificato la planimetria?

In questi e molti altri casi, per le pratiche tecniche sulla registrazione e l’aggiornamento dei dati catastali relativi ad un immobile o un terreno, dovrai rivolgerti ad un’Agenzia del Territorio. Ma come nascono le Agenzie del Territorio, quali funzioni svolgono e in quali casi dobbiamo rivolgerci ad una di esse? Scopriamolo insieme più nel dettaglio!

Cosa sono le Agenzie del Territorio

L’Agenzia del Territorio è un ente pubblico dedito alla gestione e alla conservazione della banca dati immobiliare italiana. Nata con il decreto 300/1999, l’istituzione diventa operativa nel gennaio 2001, racchiudendo le funzioni operate dalla “Pubblicità Immobiliare” e dal settore del Catasto.

Perché si parla di Agenzie del Territorio? 

La struttura dell’Agenzia del Territorio consiste in 7 direzioni centrali, 15 direzioni regionali e 103 uffici provinciali, che sono appunto le cosiddette Agenzie del Territorio.

Quali sono le funzioni attribuite all’Agenzia del Territorio

All’Agenzia del Territorio spetta l’erogazione di tutti i servizi catastali, cartografici e relativi alla pubblicità degli immobili. Nel dettaglio:

  • Conservazione dei registri immobiliari
  • Anagrafe dei beni immobiliari presenti sul territorio nazionale
  • Integrazione fra i sistemi normativi relativi alla funzione fiscale e le trascrizioni/iscrizioni in materia di diritti sugli immobili
  • Gestione dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI)
  • Offerta di servizi tecnico – estimativi
  • Perseguimento dell’equità in tema di imposizione fiscale immobiliare
  • Contrasto ad elusione ed evasione fiscale
  • Gestione e semplificazione del processo di decentramento di funzioni catastali agli enti locali

Detto questo, nella pratica in quali casi il cittadino dovrà rivolgersi ad un’Agenzia del Territorio? E in quali modalità?

Quando e come rivolgersi alle Agenzie del Territorio

In linea di massima, per tutte le documentazioni/ registrazioni relative ad un immobile o terreno dovrai in qualche modo interfacciarti con agenzie del territorio. Se stai pensando alla vendita o alla ristrutturazione di un’immobile, ad un certo punto dovrai sfruttare i servizi e i dati delle Agenzie del Territorio. Vediamo quindi in che modo.

Potrai rivolgerti direttamente all’Agenzia del Territorio di competenza o utilizzare il servizio online di Contact Center nei casi di:

  1. Errori nei dati catastali relativi al tuo immobile (persona a cui è intestato l’immobile; dati relativi all’immobile; segnalazione di incoerenza per fabbricato non dichiarato; segnalazione in incoerenza per fabbricato rurale)
  2. Registrazione dell’atto Catasto fabbricati e terreni
  3. Assegnazione dell’identificativo definitivo
  4. Informatizzazione della planimetria catastale
  5. Registrazione della variazione colturale
  6. Rettifica dei duplicati di particella
  7. Passaggio della particella terreni all’ ente urbano
  8. Segnalazione di errori nelle monografie dei punti fiduciali 
  9. Correzione dell’identificativo (da impianto meccanografico)
  10.  Assegnazione della rendita catastale

Non tutti i servizi possono però essere svolti online, ecco quindi i casi in cui dovrai recarti fisicamente presso gli uffici delle agenzie del territorio:

  1. Reclami per disservizi da parte degli uffici
  2. Solleciti per la trattazione di atti presentati e non ancora evasi
  3. Istanze di revisione della rendita catastale
  4. Assistenza nell’utilizzo delle procedure informatiche
  5. Informazioni sullo stato d’avanzamento delle pratiche (tranne quelle pervenute allo stesso Contact center)
  6. Richieste di informazioni generiche su procedimenti, indirizzi…

Per alcune di queste procedure, in particolare per la costruzione di un nuovo immobile o la ristrutturazione, occorrerà rivolgersi a dei professionisti certificati

Scopriamo adesso in quali casi dovrai rivolgerti a professionisti iscritti all’albo per alcune importanti dichiarazioni obbligatorie relative a nuove costruzioni / ristrutturazioni, che verranno inviate agli uffici territoriali competenti tramite la DOCFA.

 

Cos’è la DOCFA e a cosa serve

Se stai ristrutturando casa o stai partecipando alla costruzione di un nuovo immobile, potresti aver sentito parlare di DOCFA. Ma di cosa si tratta?

La DOCFA (Documenti Catasto Fabbricati) è un software per la compilazione dei documenti tecnici catastali e la presentazione agli Uffici provinciali delle pratiche catastali.

Con tale modello, i professionisti abilitati devono obbligatoriamente presentare al Catasto:

  • Nuovi accatastamenti (dichiarazioni rese per l’edificazione di nuovi fabbricati o ricostruzioni ex novo o ampliamenti)
  • Variazioni catastali di edifici esistenti (come destinazione d’uso, divisione, frazionamenti, ampliamenti, ristrutturazioni e altre variazioni)
  • Denunce di unità afferenti, cioè quelle sfuggite all’accatastamento originario
  • Presentazione della planimetria mancante nel caso non sia mai stata fatta oppure in caso di smarrimento

La DOCFA può essere redatta e compilata soltanto da un professionista iscritto all’Albo della rispettiva categoria (geometra, perito, architetto, ingegnere…). Oltre al costo del professionista incaricato, la procedura DOCFA presenta dei costi fissi:

  • 50€ per le spese catastali relative ad ogni unità immobiliare variata o di nuova costruzione,
  • 70€ per i diritti di voltura.

Conclusioni

Per tutto ciò che riguarda dati e variazioni relativi a visure catastali, planimetrie catastali, rendite catastali e documentazioni relative al tuo immobile dovrai rivolgerti alle Agenzie del Territorio. In alcuni casi potrai sfruttare i servizi online, in altri casi dovrai necessariamente presentarti presso l’ufficio territoriale competente. 

Sicuramente non è semplicissimo gestire questi aspetti relativi al proprio immobile, per questo pur avendoti fornito delle linee guida complete, ti consigliamo di rivolgerti ad un’agenzia immobiliare. In questo modo, sarai sicuro di presentare le giuste documentazioni e richieste. Non solo, in caso di nuove costruzione e ristrutturazioni di non incappare in eventuali sanzioni per mancata registrazione di alcune pratiche obbligatorie. 

Infine, ricorda che in caso di una modifica sostanziale della struttura o dei dati relativi al tuo immobile, devi sempre aggiornare tali dati tramite i servizi delle Agenzie del Territorio.

Stai cercando queste informazioni per poi vendere il tuo immobile? Contatta senza impegno gli esperti Gromia per valutare al meglio il tuo immobile e spuntare le migliori condizioni di vendita!

 

Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più

E-mailWhatsAppFacebookLinkedinTwitterPinterest
La crisi del mercato immobiliare non residenziale a MilanoLeggi l'articolo
TrustPilot LogoEccellente 9,6 su 10
Stai pensando di vendere o affittare?
Affidati ai migliori professionisti sul mercato e valorizza la tua casa
Scopri di più
Potrebbero anche interessarti
  • 23 novembre 2020290 views

    La crisi del mercato immobiliare non residenziale a Milano

        Il mercato immobiliare non residenziale ha subito una battuta d’arresto importante in tutta Europa, compreso il Bel Paese. Se il 2019 era infatti terminato con un +4.8%, l’anno in corso teme una crisi per il settore, legata soprattutto agli immobili commerciali. Smart working, e-commerce e coronavirus hanno cambiato il modo di vivere gli […]
    Carlotta SferrazzoCarlotta Sferrazzo