News

La Manovra Finanziaria 2020 | Tutte le Novità

Manovra-Finanziaria-2020
64views

In questo articolo trovi tutte le novità introdotte dalla manovra finanziaria 2020, pubblicata il 26 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale. Se stai cercando informazioni specifiche sulla proroga dei bonus, leggi i nostri articoli sul bonus ristrutturazione 2020 e sul bonus fiscale 2020.

1. Quando Entrerà in Vigore la Manovra Finanziaria 2020?

Il Decreto-Legge 26 ottobre 2019 n. 124, Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili è entrato in vigore il 17 ottobre 2019, ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Vai provvedimenti della manovra finanziaria però si applicheranno a partire dal 1 gennaio 2020.

2. Le Novità della Manovra Finanziaria 2020 Per i Proprietari di Casa

La manovra finanziaria 2020 ha introdotto tante novità per i proprietari di casa. Iniziamo dalle novità fiscali:

  • una maxi-sanzione da 1.000 Euro per ogni modello F24 compilato erroneamente e scartato. Questa novità lascia l’amaro in bocca a chiunque debba compilare il modello F24, inclusi i professionisti. La norma è contenuta nell’articolo 6, paragrafo 3 del Decreto-Legge
  • una stretta sulle compensazioni tra crediti e debiti. A partire dal 2020, se vorrai compensare crediti e debiti di imposta per un importo superiore ai 5.000 Euro avrai l’obbligo di presentare il modello F24 in via telematica all’Agenzia delle Entrate. Si tratta di una misura attuata per contrastare l’evasione fiscale, e che dovrebbe permettere ad Agenzia delle Entrate di recuperare 1.084 milioni di Euro nel 2020, e circa 848 milioni di Euro nel 2021 e nel 2022. Un meccanismo simile è già in vigore per quanto riguarda l’IVA, come tutti i liberi professionisti ben sanno. La manovra finanziaria 2020 però ha esteso questo meccanismo anche a chi vanta dei crediti di imposta Irpef, Iras o Irap. Cosa significa questo in pratica?  Se hai un credito Irpef, Iras o Irap superiore ai 5.000 Euro e vuoi compensarlo, dovrai indicare ciò preventivamente nella tua dichiarazione dei redditi, ed ottenere anche il visto di conformità. In caso diverso la compensazione non sarà possibile
  • confisca dei beni per gli evasori fiscali. Questa norma cerca di colpire chi non riesce a giustificare la provenienza del denaro che ha accumulato, ed inoltre ha evaso le imposte sui redditi. In pratica la manovra finanziaria 2020 ha esteso le norme antimafia, per cercare di contrastare le organizzazioni criminali in modo più efficace. Ma questa norma può riguardare anche i proprietari di casa? Al momento non è possibile dirlo con certezza. Però visto l’inasprimento delle sanzioni, se finora hai dimenticato di pagare le imposte sui redditi da locazione, contattare il tuo commercialista per capire come metterti in regola con il fisco può essere una buona idea.

La manovra finanziaria 2020 non contiene solo misure per il contrasto all’evasione fiscale, o misure che rendono la vita più difficile ai piccoli proprietari. Il Decreto-Legge ha prorogato anche tutta una serie di bonus, quali:

  • il bonus ristrutturazione, che adesso può essere richiesto anche per il lavori di ristrutturazione effettuati entro il 31 dicembre 2020. La novità riguarda soprattutto la proroga, e le altre regole sul bonus ristrutturazione non sono cambiate
  • il bonus mobili. Se hai effettuato lavori di ristrutturazione, o anche se prevedi di concludere i lavori entro dicembre del 2020, acquistare mobili ed elettrodomestici può essere un’ottima idea. Infatti, potrai godere di detrazioni Irpef del 50%, su un importo massimo di 10.000 Euro
  • l’ecobonus. Se effettui interventi di risparmio energetico, puoi godere di detrazioni in misura variabile dal 50% al 65%, per un tetto massimo di spesa di 100.000 Euro. La detrazione è ripartita su un periodo di 10 anni, come in genere avviene per la maggior parte dei bonus cassa
  • il sismabonus. Se abiti in una zona a rischio sismico, finalmente hai la possibilità di effettuare interventi di riduzione del rischio sismico, godendo di detrazioni variabili dal 70% all’85% delle somme

3. La Manovra Finanziaria 2020: Il Bonus Facciate

Un’altra novità di interesse per tutti i proprietari di casa è l’introduzione del bonus facciate. Grazie a questo bonus, entro la fine dell’anno prossimo le nostre città potrebbero tornare a risplendere. Il bonus facciate può essere richiesto per la ristrutturazione della facciata di un condominio, ma anche di una casa privata.

A differenza di altri bonus, qui puoi godere di una detrazione molto generosa, che arriva anche al 90% dell’importo speso per la ristrutturazione. Per darti altre notizie su questo bonus, stiamo aspettando che Agenzia delle Entrate pubblichi la guida, dove sarà indicato quali sono gli interventi ammessi in detrazione fiscale, e quale sarà il tetto massimo di spesa detraibile.

4. La Manovra Finanziaria 2020: Cosa È Successo al Bonus Verde?

Ma cosa è successo al bonus verde? Se stavi pensando di rifare le aiuole del condominio, oppure qualsiasi altro intervento di riqualificazione urbana, purtroppo a partire dal 1 gennaio 2020 non potrai godere di alcuna detrazione. A differenza di altri, questo bonus non è stato prorogato

5. La Manovra Finanziaria 2020: Cosa È Successo al Pignoramento del Rimborso Irpef 730?

Chi ha seguito tutto l’iter di approvazione della manovra finanziaria 2020 temeva l’annuncio di una stretta sui rimborsi 730 Irpef. Nella prima bozza della finanziaria infatti era previsto il pignoramento del rimborso Irpef per chiunque non pagasse le tasse, inclusi i pensionati.

Quindi chi doveva dei soldi al fisco perché si era visto notificare il pagamento di una cartella 730, ma non l’aveva saldata avrebbe potuto dire addio al proprio rimborso 730. Il rimborso 730 sarebbe stato trattenuto dallo stato, per ridurre l’evasione fiscale. Dal momento che ogni anno i rimborsi 730 raggiungono più o meno i 14 milioni di Euro, questo provvedimento avrebbe permesso risparmi notevoli allo stato. Però questo meccanismo non è stato incluso nel testo definitivo della manovra finanziaria.

È possibile che un meccanismo simile sia incluso nel testo della manovra finanziaria per il prossimo anno? Non possiamo ancora dirlo. Però se già è stato compiuto un tentativo di pignorare i rimborsi Irpef di chi non paga le tasse, misure simili potrebbero essere adottate anche in futuro.

6. Quali Sono le Altre Novità della Manovra Finanziaria 2020?

La manovra finanziaria 2020 ha introdotto anche tante altre novità, che lasciamo per ultime perché non riguardano direttamente i proprietari di casa. Però conoscerle è sempre utile.

Scongiurato l’Aumento delle Aliquote IVA

L’aumento automatico dell’IVA non avrà luogo. Il progetto era di portare l’aliquota IVA ordinaria dal 22 al 25,5% e l’aliquota ridotta dal 10 al 13% , ma non è presente nella finanziaria. Probabilmente la questione dell’aumento IVA sarà riproposta nel 2021, ma nel frattempo possiamo dire addio all’aumento dell’IVA.

POS Obbligatorio per Tutti i Commercianti

L’uso del POS diventerà obbligatorio a partire dal 1 luglio 2020. Se sei un negoziante e non accetti pagamenti tramite POS, rischi una multa di 30 Euro, maggiorata del 4% della transazione che il tuo cliente non è riuscito a pagare.

Riduzione della Soglia dell’Uso del Contante

La soglia dell’uso del contante è stata ridotta da 3.000 a 2.000 Euro. La riduzione entrerà in vigore a partire dal 1 luglio 2020. A partire dal 2022 la riduzione sarà a portata da 2.000 a 1.000 Euro.

Sanzioni per Chi Non Partecipa alla Lotteria degli Scontrini

A partire dal 1 gennaio 2020 entrerà in vigore lo scontrino elettronico, ed anche una lotteria degli scontrini. Si tratta di un provvedimento per contrastare l’evasione fiscale da parte dei commercianti. I commercianti che si rifiuteranno di partecipare alla lotteria degli scontrini rischieranno multe da 100 a 500 Euro.

Bonus sui Seggiolini Anti-abbandono

Le famiglie con bambini piccoli potranno godere di un contributo di 30 Euro sull’acquisto dei seggiolini anti-abbandono. Il contributo sarà erogato fino ad esaurimento dei fondi stanziati dal governo.

Fatturazione Elettronica e Tessera Sanitaria

Le agevolazioni per la fatturazione elettronica e per il sistema della tessera sanitaria sono state confermate. I dati già inviati mediante la tessera sanitaria non dovranno essere riportati sulla fattura elettronica. A partire dal 1 luglio l’invio dei dati ad Agenzia delle Entrate e al sistema della Tessera Sanitaria sarà effettuato mediante registratore telematico, in un’unica operazione.

La Dichiarazione IVA Precompilata

A partire dal 1 luglio Agenzia delle Entrate metterà a disposizione di tutti i soggetti passivi IVA residenti in Italia le comunicazioni che riguardano la liquidazione dell’IVA. Le comunicazioni potranno essere consultate in un’area riservata del sito dell’Agenzia.

Il Bollo e i Dati sulle Fatture Elettroniche

Chi omette il versamento del bollo, oppure versa il bollo in ritardo o in misura insufficiente dovrà pagare una sanzione sulle irregolarità nel versamento  I dati delle fatture elettroniche saranno utilizzati dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Entrate potranno essere usati per un periodo di 8 anni, per compiere indagini fiscali e di tipo amministrativo.

Maggiori Controlli sull’Acquisto di Auto Usate dall’Estero

Chi acquista auto usate dall’estero e non è soggetto al versamento dell’IVA sarà sottoposto a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate, per arginare le frodi nell’acquisto dei veicoli usati, che non erano immatricolati in Italia. Questa misura colpisce soprattutto le società che importano questi veicoli, per rivenderli al consumatore finale italiano.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

 

 

Leave a Response

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.