Home | Valore Immobile | Come aumentare il valore della casa prima di venderla: 5 idee
pixel per articolo 183610Valore Immobile

Come aumentare il valore della casa prima di venderla: 5 idee

21 apr6 min. di lettura
Miriam PeraniMiriam Perani

Stai pensando di vendere un immobile, ma il pensiero di ricavarne meno di quanto ti aspetteresti ti assilla? Ecco perché abbiamo pensato di scrivere questo testo, che ti farà  scoprire come aumentare il valore della casa stessa, attraverso una serie di accorgimenti che ti spieghiamo tra qualche riga.

Non è detto che tu debba investire cifre da capogiro: a volte è sufficiente qualche accortezza, un budget ridotto e un’attenzione in più verso gli incentivi elargiti dallo Stato.

1. Aumentare il valore con la ristrutturazione

Partiamo subito con l’idea più impegnativa, che a volte potrebbe richiedere diverse settimane per essere portata a termine; tuttavia il risultato finale ripagherà certamente gli sforzi e la pazienza. 

Aumentare il valore con la ristrutturazione è una soluzione che si applica soprattutto se la casa che devi vendere è piuttosto datata.

Per esempio, una delle cose che saltano all’occhio alle persone che possono venire a dare un’occhiata all’immobile, potrebbe essere la pavimentazione: cambiare le piastrelle in favore di modelli più moderni e monocromatici potrebbe già trasformare radicalmente l’ambiente.

O ancora, se vuoi alzare l’asticella della complessità di intervento, potresti puntare alla ristrutturazione di intere stanze, soprattutto nel caso in cui eventuali tubature risultino particolarmente vecchie e l’aspetto dei mobili non sia invitante.

In questo caso, ricorda che stando alle ultime norme vigenti, potrai detrarre il 50% (entro il limite di 96.000 mila euro); la stessa percentuale si applica anche all’acquisto contestuale di elettrodomestici.

Una cucina nuova o un bagno arredato in stile moderno possono aumentare il valore della casa, oltre che attirare un numero maggiore di potenziali acquirenti.

2. Piccoli interventi di grande valore

Non è necessario investire discrete somme di denaro per veder salire il valore della tua casa, soprattutto se ti sei imposto un budget che non superi poche migliaia di euro. Saranno più che sufficienti per stravolgere l’aspetto dei locali.

Ti sarà capitato di notare che una delle stanze sulla quale indugia di più lo sguardo di un potenziale acquirente è il bagno. Ma se ristrutturarlo completamente per te potrebbe comportare una spesa eccessiva, potresti sempre decidere di cambiare solo i sanitari ed eventualmente i mobili. Non dimenticarti di dare un’occhiata anche ai mercatini dell’usato, che spesso nascondono piccoli tesori.

Se poi sei una persona particolarmente creativa, puoi dedicarti al riciclo creativo, ad esempio utilizzando i classici bancali in legno, che si prestano a diventare divani o tavolini da esterno se opportunamente trattati.

Da ultimo, se la casa da vendere ti sembra particolarmente piccola, puoi ottimizzare gli spazi grazie all’utilizzo di muri in cartongesso, che non richiedono modifiche della planimetria.

Così, una sola cameretta, può diventare lo spazio ideale per due bambini, oppure un mezzo muro servirà a separare la zona soggiorno dalla cucina all’interno di un open space.

3. Un tocco di novità

Aumentare il valore della casa non deve necessariamente intendersi sotto il mero profilo economico. Così, intervenire su piccoli aspetti, può far apparire l’immobile più di valore agli occhi di chi osserva.

Per farla semplice, potresti partire dalle tende e dai tappeti, ricordandoti che i locali più luminosi possono sembrare più invitanti perché spaziosi e confortevoli. 

Non solo, valuta anche se sia il caso di spostare alcuni mobili per rendere gli spazi più funzionali: in alcuni casi non ci rendiamo conto che una disposizione non accurata potrebbe far risultare la casa meno accogliente.

Prova, dunque, a spostare il divano e il mobile tv, o la posizione del tavolo da pranzo, e osserva il risultato.

Un altro aspetto da non trascurare è l’illuminazione, senza necessariamente procedere con il rinnovo degli impianti: acquista lampadine a risparmio energetico, che offrano una luce calda e piacevole. Meglio ancora se si abbinano a delle pareti tinteggiate con tonalità neutre e non troppo scure.

4. Migliorare le prestazioni energetiche per aumentare il valore della casa

Grazie ai bonus statali resi disponibili negli ultimi anni, hai la possibilità di intervenire anche sulle prestazioni energetiche per aumentare il valore dell’immobile, ottenendo degli sconti che in alcuni casi posso coprire totalmente l’importo previsto.

È chiaro che stiamo parlando di ristrutturazioni costose e sostanziose, soprattutto se si spera di vedere dei risultati evidenti. Sono proprio le stesse che implicano anche una procedura burocratica piuttosto articolata.

Questo perché per ottenerle dovrai ottenere le agevolazioni in vigore, come l’Ecobonus che ti consente di detrarre fino all’85% dei lavori se l’immobile si trova in un condominio, oppure il Superbonus che incrementa la percentuale al 110%.

Grazie a questi incentivi, potrai per esempio cambiare gli infissi in favore di modelli più moderni, sicuramente più isolanti ed eventualmente fabbricati con materiali più sostenibili. O ancora, potresti aumentare il valore della casa sostituendo una vecchia caldaia con una a pompa di calore o con una classe energetica maggiore.

Questi lavori, per quanto richiedano un impegno più oneroso anche in termini di stress e di tempo, dato che possono impiegare mesi prima di essere portati a termine, non solo ti permetteranno di vendere la casa ad importi più alti in relazione ad un aumento considerevole della classe energetica, ma contriburai anche alla salvaguardia dell’ambiente, un valore aggiunto che potrebbe essere sicuramente apprezzato.

5. La stessa casa con una nuova immagine

Hai intenzione di vendere la casa, ma per aumentare il valore non vuoi assolutamente modificare nulla? Anche questo è possibile, senza dover ricorrere a trucchi di magia: non bisogna far altro che sfruttare alcune tecniche di marketing.

L’home staging, è proprio una di queste. Il suo scopo è quello di riqualificare un ambiente dell’abitazione, risaltandone i punti di forza.

Questo farà sì che appaiano più appetibili agli occhi di chi guarda, un po’ come avviene con le immagini delle riviste di arredamento.

Naturalmente, perché l’effetto riesca bene, dovrai rivolgerti a dei professionisti, che sappiano sfruttare gli spazi con sapienza, senza dover intervenire in maniera incisiva.

L’aspetto più interessante è che dal canto tuo non dovrai acquistare nulla: un arredamento minimale fornito dall’home stager, insieme a poche e funzionali decorazioni, serviranno per scattare le foto più accattivanti e verranno poi completamente rimossi.

In conclusione, se hai intenzione di vendere un immobile esistono diversi modi per aumentarne il valore, assicurandoti un maggiore profitto anche in tempi brevi.

Certamente, alcuni richiedono un investimento iniziale maggiore, ma non per tutti è necessario spendere cifre considerevoli: a volte bastano poche e semplici accortezze.

 

Stai pensando di vendere casa?
Scopri quanto vale realmente la tua casa con una valutazione online gratuita in pochi click
Valuta la tua casa

Tasse sulla Casa: Quali Sono e Quando si Pagano?Leggi l'articolo
Riforma del Catasto: Come Andrà a Incidere sulle Tasse?Leggi l'articolo
Stai pensando di vendere casa?
Scopri quanto vale realmente la tua casa con una valutazione online gratuita in pochi click
Valuta la tua casa
Scopri quanto vale realmente la tua casa con una valutazione online gratuita in pochi click